02-03-2006

Nel giugno 2004 mi è stata ritirata la patente

Nel giugno 2004 mi è stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza (tasso alcolemico 0,65%); ho effettuato gli esami del Sangue presso la asl locale nel mese di settembre riportando valori nella norma, ad eccezione della CDT che è risultata uguale a 2,35. Sono risultato consumatore cronico di alcol e obbligato a ripetere gli esami l'anno successivo. Per evitare ulteriori broblemi, ho sospeso COMPLETAMENTE la somministrazione di alcolici, ma nel settembre del 2005, dopo un anno di astinenza, gli esami hanno riportato nuovamente CDT uguale a 2,25 e gli altri parametri nella norma. Conseguentemente, dovrò ripetere il controllo a settembre del 2006, con relative spese economiche. Come è possibile che per la legge risulti un alcolista dopo un anno di astinenza? Possono esistere patologie sottostanti in grado di alterare il valore della CDT? Il mio medico di base non ha saputo darmi spiegazioni.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Il valore che lei riporta di CDT pari a 2.25 ci sembra rientri nella norma, essendo comunque inferiore a 2.5. Esistono delle condizioni patologiche, ad esempio, le malattie epatiche croniche oppure deficit enzimatici genetici etc, che possono alterare il valore del test. E’ quindi utile valutare la sua condizione in maniera complessiva e tenere conto anche degli altri tests utili per verificare un abuso di bevande alcoliche (GGT, Aminotransferasi, MCV, etc).