30-08-2016

Nodulo alla tiroide, sospetto linfoma?

Salve dottori, scrivo per mio figlio di 6 anni. L'anno scorso, casualmente ho notato nella zona trapezoidale a dx una piccola pallina sottocutanea, all'ecografia lo hanno definito linfonodoreattivo, ma approfondendo l'esame gli hanno trovato un nodulo alla tiroide.
Nei successivi controlli il nodulo non appare ingrossato, ma la mia preoccupazione sta nel fatto che da circa due mesi il piccolo ha una febbricola pomeridiana intorno ai 37,2 e i linfonodi inguinali rigonfi in assenza di altri sintomi. Ha eseguito esami ematochimici che escludono patologie infettive tipo mononucleosi, etc. I valori dell'emocromo sono tutti normali tranne che per la formula leucocitaria invertita e il TAS A 233.
Riporto i valori principali dell'emocromo: rbc 4,91. Wbc 6,99. Emoglobina 13,7. Ematocrito 38,9. Mcv 79,2. Mch 27,9. Mchc 35,2. Piastrine 295. Neutrofili%28,6. Linfociti %63,2. Monociti % 5,2. Eosinofili %2,6. Basofili % 0,4. Neutrofili ul 2,00. Lonfociti ul 4,42. Monociti ul 0,36. Eosinofili ul 0,18. Basofili ul 0,03. La ves è 9. La biochimica è tutta normale tranne per i trigliceridi a 27.
Il bimbo non appare stanco e in quanto a sudorazioni notturne, le ho riscontrate spesso e anche copiose ma a livello delle pieghe cutanee (ascelle, collo, tra le gambe). Sono fortemente preoccupato che possa essere un linfoma o leucemia e gradirei tanto un vostro parere. Grazie mille
Risposta di:
Prof.ssa Paola Grilli
Specialista in Chirurgia generale e Endocrinologia e malattie del ricambio
Risposta
Gentile Signore,  
per i suoi dubbi Le posso consigliare soltanto una visita ematologica specialistica che sicuramente la tranquillizzerà, mentre quello che approfondirei maggiormente è lo studio della tiroide per verificare se Suo figlio ha in corso una tiroidite che giustificherebbe anche la febbricola tenuto conto della presenza del nodulo tiroideo, il fatto che rimanga stabile non ha un valore diagnostico pertanto il mio consiglio oltre naturalmente alla visita ematologica è quello di rivolgersi ad un endocrinologo, meglio se tireologo, per approfondire attraverso il dosaggio degli anticorpi antitiroide e dei markers specifici quale Tireoglobulina e Calcitonina e a seconda dei risultati lo stesso endocrinologo saprà consigliarLe eventuali ulteriori accertamenti.
TAG: Bambini | Biochimica clinica | Ematologia | Endocrinologia e malattie del ricambio | Esami | Ghiandole e ormoni | Patologia clinica