L’ESPERTO RISPONDE

Nps infantile

Buongiorno, mi rivolgo alla Vs. autorevole esperienza e competenza per richiedere un parere sulla situazione clinica di mia figlia. Sono davvero in ansia e Vi prego di ascoltare la mia richiesta.La mia bimba è stata sottoposta ad una visita oculistica all'età di 8 anni, nel novembre 2010, in seguito a qualche disturbo da lei lamentato (appannamento alla vista). L'oculista si accorge di un aspetto strano delle papille ottiche, che apparivano a margini sfumati e rilevate sul piano retinico. Indaga in quella sede con altri esami specifici ma mi consiglia RMN con contrasto e visita neurologica. Abbiamo eseguito con urgenza le indagini richieste e fortunatamente, sempre nel novembre 2010, sia la RMN che la visita neurologica hanno dato esito negativo. La RMN in particolare rilevava aree leggermente dilatate ma nulla di patologico. Si apre così la lunga indagine di natura oculistica, con prelievi di sangue per verificare anche eventuali infezioni più o meno recenti, visita pneumologica per sospetta sarcoidosi ma tutto è risultato negativo. I medici concludono, a circa un anno di distanza, per una anomalia congenita della papilla e nervo ottico". Prevista visita di controllo dopo un anno. Nel novembre 2012 ripetiamo gli esami oculistici e la visita neurologica. I primi sono quasi sovrapponibile (un leggero miglioramento all'occhio sinistro), la seconda decisamente negativa, tanto che la neurologa esclude l'esigenza di ripetere la risonanza e chiude la valutazione. Pochi giorni fa abbiamo ripetuto la visita oculistica di controllo e abbiamo prenotato nuovamente campo visivo e oct. L'oculista conferma sostanzialmente la diagnosi e visitando la bimba afferma "ha delle papille decisamente inquietanti". Ero tranquilla sino a quel momento, la RNM del 2010 negativa, le visite neurologiche negative, ma quelle parole mi hanno gettata nel panico. Forse sono solo troppo apprensiva ma mi chiedo se non sarebbe il caso di ripetere una RMN a distanza di tre anni dalla prima. Mi chiedo, Egregi Dottori, se con la prima risonanza, negativa, fatta in coincidenza dell'emersione del problema all'occhio, posso stare tranquilla. E' esclusa una formazione tumorale a livello encefalico?Vi prego di rispondere presto perché sono veramente preoccupata.Grazie, grazie infinite.Giorgia

Risposta del medico
Specialista in Neurologia

 Una rm con contrasto esclude tumori cerebrali

E' preferibile che la bambina sia inquadrata da neuropsichiatra infantile

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Giornata Mondiale contro il Cancro infantile
Giornata Mondiale contro il Cancro infantile
3 minuti
Una giornata dedicata al cancro infantile
Una giornata dedicata al cancro infantile
3 minuti
Contro il cancro infantile, la giornata a tema
Contro il cancro infantile, la giornata a tema
3 minuti
Bambini e cancro, una realtà da combattere
Bambini e cancro, una realtà da combattere
2 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Neurologia
Prov. di Brescia
Specialista in Neurologia
Milano (MI)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Neurologia
Specialista in Neurologia e Neurofisiopatologia
Perugia (PG)
Specialista in Neurologia e Fisiatria
Genova (GE)
Specialista in Neurologia e Psicologia e Psicoterapia
Palermo (PA)
Specialista in Neurologia
Genova (GE)
Specialista in Neurologia e Farmacologia medica
Termoli (CB)
Specialista in Neurologia e Medicina dello sport
Montesano sulla Marcellana (SA)
Specialista in Neurologia
Olbia (OT)