Buongiorno caro Professore, Le scrivo per un problema molto delicato... Ho 34 anni e dalla fine di maggio 2012 lavoro in un ufficio in cui c'è una stampante "Canon" non Le so bene dire che modello sia, ma è molto grossa... e soprattutto è in funzione ininterrottamente per più di 8 ore e mezzo al giorno, da quando entro in ufficio a quando esco....... Leggi di più tant'è che da maggio 2012 ad oggi sono stati stampati ben 59 volumi molto grossi (non saprei quantificare il numero di pagine di ognuno, ma sono raccoglitori molto grossi che traboccano di fogli.....) Ho letto cose devastanti per quanto riguarda le micropolveri sottili emesse dalle stampanti sulla salute umana..... io sto male....mi sento davvero intossicata..... Sento che questa stampante mi sta rovinando e ho paura che danni maggiori si vedranno in futuro (soprattutto se continuo a restare lì..) ...Rischio di perdere il posto di lavoro, ma non è più importante la salute? io credo che la titolare dell'azienda con la quale sono in ufficio non cederà e non rinuncerà alla sua stampante in ufficio..... io vorrei dirle di spostarla fuori, in un'altra stanza diversa da quella nella quale ci troviamo noi a lavorare, ma sono certa che incontrerò solo resistenza da parte sua..... Le stampanti, soprattutto se sono attive 9 ore al giorno come quella nel mio ufficio, purtroppo, andrebbero tenute in un luogo diverso da quello dove si lavora e in un luogo areato, con finestre... Invece nel nostro ufficio tutte le finestre sono chiuse; in inverno perchè c'è freddo, adesso perchè c'è l'aria condizionata accesa (per fortuna bassissima)... Mi scusi Dottore se mi sono dilungata, ma sentire un parere medico mi sarà senz'altro d'aiuto....... Spero di sentirLa presto?.. La ringrazio per il prezioso Suo lavoro che svolge per tutti noi - GRAZIE di cuore