09-02-2017

Osteoporosi e crolli vertebrali

Gentile dottore, (70 anni, kg. 56, h. 1,60) ho subito 4 crolli vertebrali e da più di un anno indosso il busto a tre punti. Per anni mi sono curata con Alendros e simili e adesso, per 15 mesi col Difosfonal punture. Ora l’ortopedico mi ha consigliato di sospendere la cura. A questo punto mi chiedo: senza alcun supporto, le ossa non andranno sempre più ad assottigliarsi, causando altri crolli? Non esiste davvero nulla che possa, quanto meno, rallentare la perdita della massa ossea? Devo vivere nell’incubo di avere un cedimento da un momento all’altro?
Ho letto di una molecola che fa regredire la perdita dell’osso e di un nano materiale intelligente che inganna le cellule ossee invecchiate. Cosa c’è di vero? Ho il terrore di finire su una sedia a rotelle. Grazie

Risposta di:
Dr. Franco Gioitta
Specialista in Chirurgia generale e Ortopedia e traumatologia
Risposta

Ha fatto una MOC di recente? onde avere notizie sul grado di porosi? Faccia le cure, punture di Difosfonal per alcuni mesi, alternati a prodotti analoghi per bocca; assuma della vitamina D; frequenti una palestra per esercizi leggeri; faccia una vita attiva e vedrà che non avrà alcuna paralisi. Naturalmente prenda tutti i provvedimenti per non cadere: ad esempio è buona norma fare attenzione ai tappeti, indossare scarpe comode e sicure, accendere sempre la luce quando ci si sveglia la notte. Attenzione ai gattini in casa, fanno compagnia ma sono occasione per cadere.

TAG: Ortopedia e traumatologia | Reumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!