Egregio Dottore,desidererei avere una Sua opinione a questo proposito: mia mamma (76 anni), da oltre un anno manifesta sintomi quali confusione, tremori diffusi, perdita di peso etc. La risonanza magnetica indica un situazione cerebrale non particolarmente preoccupante (Parkinsoniani), ed il neurologo la sta curando da circa 4 mesi con i farmaci Inderal e Zoloft,, a cui si aggiungono quelli che prende da anni per ipertensione ed ipercolesterolemia Vengo al punto: da un paio di mesi le accade di addormentarsi nel corso della giornata, fare dei sogni (in genere emotivamente "importanti"), risvegliarsi senza la consapevolezza di aver sognato, ed agire di conseguenza. Ieri pomeriggio, ad esempio, ha sognato che non si trovava più mia sorella (sposata e fuori casa da oltre 10 anni ...), ed in preda a panico e forti tremori ha telefonato a vari familiari .... Facendo qualche ricerca in rete, credo di aver capito trattarsi di "allucinazioni ipnopompiche"... La mia domanda è: può trattarsi di effetti collaterali dei farmaci che assume? In caso contrario: dobbiamo preoccuparci? la risonanza è stata fatta quest'inverno: sarebbe il caso di rifarla? Grazie, cordiali saluti