Salve. Le spiego i sintomi di mio padre. Lui ha dolore al collo e spalla sinistra (che si attenua con pomata), un mese fa ha avuto un'infiammazione del nervo sciatico (gluteo e gamba sx) di cui soffre da anni. Ha 69 anni (diabetico, iperteso, in terapia con cardioasa, tre bypass, dislipidemia lieve). Il suo neurologo gli ha prescritto di fare spect cerebrale (parkinsonismo) e dopo EMC SPE dx e sx per PNP diabetica (lui è un diabetico insulino dipendente). Mio padre mi diceva che durante la visita quando il medico le batteva le ginocchia con il martelletto le gambe rispondevano mentre sul referto c'è scritto ROT assenti agli arti inferiori. L'obiettività neurologica non evidenziava deficit di forza ne focali. Lui non ha tremori ha solo un problema alla gamba sx di quasi trascinamento, vertigine se si piega e poi si alza e ogni tanto perdita di equilibrio. Ha fatto una tac due settimane fa che evidenziava una sfumata ipodensità della sostanza bianca periventricolare simmetrica bilateralmente di significato degenerativo. Ora sta assumendo, su prescrizione del neurologo, il Levodopa + Carbidopa da 100/25 1 cp ore 8 per tre giorni, poi 1 cp ore 8 e una cp ore 14 per tre giorni, poi 1 cp ore 8 - 1 cp ore 14 e 1 cp ore 20 per tre giorni. I primi 4 giorni non ha notato miglioramenti. Cosa può essere? La sciatalgia e la cervicalgia sono dei sintomi del parkinson e possono essere in correlazione tra loro dando dei disturbi del movimento? Grazie per la risposta