Sono una signora di 55 anni che da tre anni soffre di ipertensione arteriosa con iniziali segni di danno all'organo (f.c. 95/m; pr 0,14 sec.; qrs 0,10 sec.; ritmo sinusale, bbdx incompleto, diffuse anomalie aspecifiche della ripolarizzazione ventricolare) IN CURA CON : Neo-Lotan Plus 100/25, congescor 5 mg, Norvasc 10mg, Lasix 25 mg al bisogno.In contemporanea ai problemi di ipertensione ci sono stati quelli di insufficienza venosa cronica arto inferiore sinistro.Il 26 agosto a seguito di un forte episodio febbrile notturno le gambe, principalmente quella sinistra, si sono gonfiate. Dopo averle curate per sette giorni con Ciprofloxacina 500 mg. ed eritrocina complesse non essendoci stato alcun miglioramento sono andata al pronto soccorso. Mi hanno ricoverato per sospetta flebite e dimessa con esito migliorata e bendaggio da toglier fra 10 giorni. Tra le analisi fattemi c'? la OMOCISTEINA il cui valore ? risultato 15,2 (valori normali 5/12) ASO 855 (valori normali 0/250) CRP 1,10 (valori normali 0/0,800) RF