26-03-2008

Per patogenesi è bene rivolgersi a centro emostasi

Sono una donna di 39 aa, da tre anni ho incominciato ad avere problemi renali. Il mio rene destro si è escluso e lo confermano l'urografia, la scintigrafia e la tac. Successivamente (2007) ho effettuato un dopler renale dove si evidenzia che non vi è più flusso nell'arteria renale del suddetto rene. Il rene stesso a distanza di tempo continua a ridursi di volume ed a perdere spessore nella corticale. La pressione arteriosa sta subendo alterazioni, e da valori arteriosi medi di 100/55 è salita in media a 135/90 di giorno, mentre la sera scende con battiti compresi tra i 130 e i 95. Dall'eco-2D è visita cardiologica non si è mai evidenziato nulla. Nel 2006 dopo una colposcopia mi viene riscontrata una formazione atipica di primo grado, pap test negativo, esami per HPV positivo e successivo intervento dopo risonanza (salpingetomia destra e idrosalpingectomia sinitra). Nel 2008 nuova fornazione di fibroma uterino di circa 1,5 cm intramurale è mioma uterino di un cm 1,8. Durante gli accertamenti sono venuta a conoscenza di una tiroidite di Hascimoto, ipotiroidismo, tiroide atrofica. Time test positivo, emocultura positiva per staphylococcus haemolyticus curato con antibiotici ed un'anemia macrocitica. Ad oggi 18/03 continuo ad avere decimi di febbre e malessere generale, pochi giorni fa ho avuto febbre con 39,5° durata per circa 36 ore, in seguito ha avuto inizio un'emorragia ematica simile ad un flusso mestruale che non è passato con la somministrazione di Methergin. Cosa mi consigliate di fare analizzando la mia non facile situazione? Vi ringrazio anticipatamente della collaborazione nel cercare di risolvere definitivamente i miei problemi.
Dr. Giovanni De Filippo
Risposta di:
Dr. Giovanni De Filippo
Specialista in Neuropsichiatria infantile e Pediatria
Risposta
Cara sig.ra, la patologia renale non sembra relazionarsi con le altre affezioni, (con l'esclusione dell'ipertensione) a lei riscontrate. Per quanto concerne la perdita della funzione renale destra di origine vascolare, le consiglio di rivolgersi ad un centro ematologico della coagulazione che potrebbe risalire alle cause favorenti. Saluti
TAG: Nefrologia | Reni e vie urinarie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!