05-07-2017

Perché l'unghia si assottiglia dopo una ricostruzione?

Sono un chitarrista ed uso le unghie come "strumento di lavoro". Alcuni anni fa avevo ricostruito l'unghia dell'anulare che si era rotta per un'esigenza immediata. Ricordo che prima di applicare il gel l'estetista aveva limato la parte superiore dell'unghia per mantenerne evidentemente regolare lo spessore. Ancora oggi (sono passati 4 anni!) appena l'unghia cresce, la parte superiore (quella che fuoriesce dal polpastrello e che mi serve per pizzicare le corde) si presenta inspiegabilmente sottile e quindi più debole: si rovina e si spezza molto regolarmente.
Non so che fare, non vorrei proseguire con ricostruzioni o cianoacrilato con unghie di plastica.

Risposta di:
Dr. Corrado QuadriniDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Posso pensare che l'applicazione del collante usato abbia in qualche modo danneggiato o indebolito la matrice ungueale. In 4 anni l'unghia, se non c'è un danno della matrice, DEVE tornare come prima. Se c'è un danno alla matrice questo è solitamente irreversibile, quindi per risolvere il suo problema può ricorrere a integratori orali a base di cistina e a smalti incolori "indurenti".
Cordialità Corrado Quadrini

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle