buonasera.. Sono circa due mesi che ho iniziato il mio percorso di cura presso il CSM ed assumo giornalmente 600 mg di litio,200 di seroquel e gocce di delorazepan per l'insonnia. Mi sono state diagnosticate varie patologie dai vari psichiatri consultati anche se la più quotata appare essere:disturbo bipolare tipo 1 con stati misti .Tutto ha avuto... Leggi di più inizio circa tre mesi fa a seguito di due tentativi di suicidio a breve distanza l'uno dall'altro.Quelle che sto affrontando sono giornate veramente critiche ed il pensiero di morte è tornato con violenza nella mia mente.Oramai ho abbastanza presente cosa i miei disturbi comportino ma credevo che i farmaci avrebbero potuto aiutarmi.. Ed invece... Non vedendo alcun effetto ho preso la decisione di sospendere la terapia. Perchè questa scelta? Perché sono scoraggiata,triste arrabbiata.. Non sopporto più l'idea di assumere farmaci che mi danno continua sonnolenza ed accrescono il mio nervosismo..Ora sono al punto di partenza.Ho messo da parte una gran quantità di farmaci e attendo solo il momento giusto.. O mi ritrovo a pensare a quale possa essere il luogo più adatto per fare un bel salto nel vuoto.... Però mi chiedo:il fatto che abbia sentito il bisogno di parlarne con voi,è perchè in realtà una parte di me non vuole farlo? Come posso comprendere quanto vera sia la mia voglia di morte?.. E quindi,è necessario anticipare l'appuntamento con lo psichiatra e parlagli di queste mie idee?O devo semplicemente aspettare che passino da sole?