Buongiorno, ad Agosto dell'anno scorso ho perdite biancastre dopo spremitura del pene e lieve bruciore al momento dell'a minzione.Il mio medico di base mi prescrive due antibiotici (cefixima e azitromicina) che dopo 2 cicli risolvono il problema. Dopo 3 mesi le perdite tornano e dopo altri 2 cicli di antibiotici senza alcun effetto il mio medico di base mi consiglia visita specialistica da urologo. L'urologo dopo breve visita dove constata "meato uretrale esterno iperemico e arrossato" mi prescrive tampone uretrale, spermicoltura (o spermiografia, non ricordo) ed esame urine. Tutti e 3 gli esami non danno alcun riscontro negativo e nel contempo (contate che gli esami sono stati fatti dopo circa 10 giorni dal ciclo di antibiotici) i sintomi spariscono. Ora dopo circa 1 mese torno ad avere lievissime perdite biancastre dopo spremitura, non ci sono altri sintomi.