Buonasera Vi scrivo per avere un vostro parere e cercare di tranquillizzarmi/tranquillizzare mia madre. Cerco di descrivere brevemente il problema dagli inizi. Il giorno 20 novembre mia madre inizia ad avere delle perdite ematiche, si pensa inizialmente ad una cistite, fatta l'urinocultura, questa è risultata negativa, con cura fatta con antibiotico. La cura non ha sortito effetto, così si è rivolta ad un ginecologo, che visitando ha rilevato perdite dalla vagina, ha rilevato due polipi dall’ecografia ed ha osservato un inspessimento dell’endometrio. Ha inoltre eseguito un pap test. Ha consigliato quindi di fare un’isteroscopia. Nel frattempo sono arrivati i risultati del pap test, dal quale risultano cellule cancerogene. Il dottore parlando confidenzialmente con me ha parlato di un tumore che dovrebbe essere circoscritto all’utero, e che questo andrebbe comunque rimosso, anche in via preventiva. Mia madre ha 63 anni e il peso (110kg) rende più invasivo l’intervento. Sono arrivati infine i risultati dell’isteroscopia: Paziente: Postmenopausa C.C. Normale Cavità Dimensioni regolari Morfologia regolare Ostii Normale dx Normale sx “Si segnala presenza di polipo anteroistmico di 1cm e polipo peritubarico destro di 0,5cm e di endometrio diffusamente ipervascolarizzato con numerose calcificazioni. Si consiglia rimozione per via resettoscopica.” Cosa potete dirmi? Vi ringrazio anticipatamente!