28-03-2006

Positività per antigene ed anticorpo

Salve, a Gennaio, dopo analisi sierologiche, mi è stata diagnosticata un'epatite acuta (transaminasi elevate, HBSAG positivo, HBsAb negativo, etc), con sintomi generici (spossatezza, dolori). Le Transaminasi hanno raggiunto un picco a metà Febbraio (ALT 1200, AST 420) e ora stanno scendendo molto lentamente, e fisicamente sto abbastanza bene. Nell'ultima analisi ho avuto i seguenti risultati (è la prima volta dopo Gennaio che rifaccio gli esami per i marker): ALT 340 AST 110 HBsAg Positivo HBsAb 170 mU/ml. Quello che non capisco e mi allarma è la contemporanea positività di HBsAg e HBsAb, non dovrebbero escludersi a vicenda? Può voler dire qualcosa, considerando anche la lentezza con cui scendono le transaminasi?
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La contemporanea positività per antigene s ed anticorpo nella fase di risoluzione dell’epatite acuta non è da considerare stana. Infatti è previsto che possa accadere e di solito prelude alla perdita definitiva di HBsAg con persistenza dell’anticorpo anti-HBs, protettivo, in maniera definitiva.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna