20-08-2017

Possibile contaminazione da botulino

Buongiorno, scrivo per un dubbio riguardo la contaminazione da botulino. 5 giorni fa ho preparato una insalata di riso condita con bietole, Emmental ed olio extra vergine di oliva che ho tenuto in un contenitore di plastica con coperchio e con chiusura ermetica (i classici contenitori con chiusura a scatto e con rivestimento della chiusura in gomma). È capitato anche che mi sia portata in macchina il contenitore che ho poi dimenticato lì per circa tre ore, e la macchina in quelle ore è diventata incandescente. Dopodiché sono andata al lavoro portando con me il contenitore e solo verso le 7 di sera l'ho riposto in frigorifero. Il giorno dopo l'ho portato con me in ufficio e solo alle 13.00 l'ho mangiato (il cibo non presentava né aspetto né odori strani). Ammetto di averlo mangiato velocemente e probabilmente mi ha fatto male quello, fatto sta che alla sera di quel giorno ho rimesso (ed ho notato che quello che ho rimesso era integro, perciò credo che la mia teoria della non digestione sia esatta). Però la domanda è questa: potrebbe essersi sviluppata la tossina del botulino? Oltre a quell'episodio di vomito non ho più avuto nulla però o letto che i sintomi si possono sviluppare anche diversi giorni dopo. ringrazio in anticipo, cordiali saluti

Risposta di:
Dr.ssa Ida Fumagalli
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Diabetologia e malattie del metabolismo
Risposta

Più che botulino potrebbe essersi sviluppata qualche altro germe per es. Uno staphilococco. Ora come sta? Non mi preoccuperei ma starei più attento le prossime volte a mantenere il cibo in borsa frigo e per un tempo inferiore. Senta il parere di un esperto in tonsiffezioni alimentari.

TAG: Gastroenterologia | Infezioni | Nutrizione | Tossicologia medica