13-11-2017

Precedenza per cura di ragadi ed emorroidi

Salve. sono un ragazzo di 29 anni, alto 1.79 e peso 80 kili. Già da qualche anno, in maniera saltuaria ma impattante ho delle ragadi e 2 emorroidi (1 interna e l'altra sul bordo) che ritornano protagoniste e con un piccolo prolasso verso l'esterno, direi di 2ndo 3zo grado. Magari sto mesi bene, poi mi dimentico di mangiare della crusca di frumento, o soltanto non bevo molta acqua per 2 giorni e già alla prima defecazione, causa delle feci molto dure, mi ritorna il problema.

Ho fatto visite proctologiche in precedenza, ma non ho mai capito a quale delle due patologie dare la precedenza quando si presentano concomitanti attraverso farmaci specifici. Attualmente ho pomate per le ragadi (anonet) che cicatrizzano, e pomate per le emorroidi (proctosoll, proctosedill ed affini) che anestetizzano ma che contengono cortisone ed eparina che "annullano" il lavoro fatto dalla precedente (che io sappia). Vorrei sapere con quale delle due problematiche iniziare una cura e se esistano farmaci unici per questi scopi. Grazie

Risposta di:
Dr. Marcello Picchio
Specialista in Chirurgia dell'apparato digerente e Chirurgia generale
Risposta

Se è presente una ragade (basta una semplice visita proctologica per la diagnosi, bisogna utilizzare farmaci per almeno un mese.

TAG: Colonproctologia | Farmacologia | Gastroenterologia | Intestino