Premetto di essere donatore di sangue da più di 12 anni con 2/3 donazioni all'anno sempre andate tutte a buon fine tranne una.Difatti circa sei (6) anni fa, diedi il sangue per la sorella di un collega presso l'ospedale di Frosinone, e li risultò positivo il test della sifilide, mi chiamarono per un altro test che diede esito negativo e mi dissero... Leggi di più che si era trattato di una falsa positività, dovuta all'uso di nuovi macchinari più sensibili, per cui ho continuato a dare il sangue. Nel mese di giugno c.a. ho fatto la mia ultima donazione presso il centro dove mi reco abitualmente e nuovamente, dopo sei anni di regolari donazioni, è uscito il test positivo con controtest negativo. Premetto nuovamente, che sono tranquillissimo per la mia salute (sono felicemente sposato da 20 anni con mia moglie - che ovviamente e negativa avendo fatto anche lei il test ed è anche donatrice da 10 anni), mi preoccupa però il fatto che il responsabile del centro mi ha consigliato di non dare più il sangue e questo a me dispiace tantissimo perchè ho sempre tenuto a questo piccolo gesto che serve tantissimo a chi ha bisogno. Vi chiedo cosa posso fare per poter continuare a fare il mio dovere di donatore. P.S. Mi hanno anche detto che qualche luminare, sta studiando queste false positività per dare una risposta a questa problematica, che ultimamante sta interessando decine e decine di donatore, per cui sicuramente avremmo un'ulteriore diminuzione di donazioni. Grazie, attendo cortese risposta.