26-03-2004

Prima ancora delle feste ho incominciato ad avere

PRIMA ANCORA DELLE FESTE HO INCOMINCIATO AD AVERE LA LINGUA MOLTO BIANCA E MOLTO ASCIUTTA, IN ALCUNI MOMENTI, ANCHE UN PO' AMAROGNOLA, CONTEMPORANEAMENTE DURANTE LA GIORNATA HO MOLTA ARIA NELL'INTESTINO, DA ESPELLERE IN CONTINUAZIONE E DALLA PARTE SINISTRA ALL'ALTEZZA DEL GIRO VITA DA CIRCA UN ANNO HO LA SENSAZIONE CHE CI SIA QUALCOSA CHE IN UN PRIMO MOMENTO ERA SOLO UN FASTIDIO, DA DUE MESI OGNI TANTO QUALCHE DOLORINO; HO FATTO AD APRILE 2002 UN Ecografia ALLA PARTE SUPERIORE DELL'ADDOME NON E' STATO EVIDENZIATO NULLA A CARICO DELLA CODA DEL PANCREAS, SALVO DEL METEORISMO, IL FEGATO NORMALE, LA COLECISTI PRESENTAVA ALCUNI CALCOLI (CHE HO DA CIRCA 15 ANNI), I RENI NELLA NORMA, SENZA PRESENZA DI CALCOLI; L'AORTA ADDOMINALE NELLA NORMA. L'ESAME DEL Sangue EFFETTUATO NEL MESE DI GIUGNO DAVA PER GLI ESAMI SPECIFICI DEL FEGATO, TUTTO NORMALE. HO RIFATTO L'ECOTOMOGRAFIA SOLO ALL'IPOCONDRIO SINISTRO, PER IL DISTURBO DA QUEL LATO, E' RISULTATO COME IN PRECEDENZA, SALVO CHE IN SEDE RENALE LA PRESENZA DI DUE PICCOLI CALCOLI. IL 16 GENNAIO 2003 HO FATTO LE SEGUENTI ANALISI: EMOCROMO COMPLETO DEL SANGUE, IL RISULTATO E' STATO SOLO UN VALORE DEI GLOBULI ROSSI, LEGGERMENTE PIU' BASSO (3,99); L'AMILASI, LA LIPASI, LA SIDEREMIA, LA FERRITINA: TUTTE NELLA NORMA. IL MEDICO NON MI HA FATTO RIFARE GLI ESAMI DEL FEGATO. CONTINUO AD AVERE QUESTO PROBLEMA IN BOCCA E OGNI TANTO ADESSO, QUALCHE DOLORINO A LIVELLO DEL FEGATO. PURTROPPO ANCHE A LIVELLO DI INTESTINO SONO SOFFERENTE DI COLITE SPASTICA E DI DIVERTICOLI DEL SIGMA, E, PER CMPLETARE A SUO TEMPO HO AVUTO DUE GRAFFI D'ULCERA AL DUODENO. COSA NE PENSATE? COSA POSSO FARE? MI E' STATO DETTO DI RIFARE LA COLONSCOPIA TOTALE IN ANESTESIA (L'AVEVO FATTA DA SVEGLIA, PARZIALMENTE), NON VORREI ARRIVARE A FAR QUESTO PERCHE' MI SCONVOLGE PSICOLOGICAMENTE, COME LA Gastroscopia EFFETTUATA SEI ANNI FA. VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE PER IL VOSTRO INTERESSAMENTO ED EVENTUALE AIUTO PER RISOLVERE QUESTO PROBLEMA. SILVANE
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
I sintomi che lei descrive sono piuttosto specifici e non indirizzano verso una unica causa. E’ molto improbabile che dipendano, tuttavia, da una qualche patologia a livello del fegato. Piuttosto è da approfondire il problema dei calcoli in colecisti, verificare mediante Rxgrafia se siano radio-opachi o radiotrasparenti, e, in quest’ultimo caso provare a seguire un aterapia dissolutiva dei calcoli a base di acidi biliari. Non è da trascurare il fatto che, inoltre, sono presenti anche dei calcoli renali, a sinistra, possibile ounto di partenza di una sintomatologia dolorosa addominale.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!