L’ESPERTO RISPONDE

Problema molto strano

Salve sono una ragazza di 21 anniUn anno fa ho effettuato ha IVG tramite farmaci e successivamente mi è stato prescritto un dispositivo intrauterino (anello anticoncezionale) dopo aver fatto gli esami di routine.Ho utilizzato in totale 4 di quei dispositivi in un lasso di tempo di quattro mesi (giugno/settembre 2021) dove pian piano sono andata a stare sempre peggio.Inizio a fare visite e esami per capire ma non esce niente a livello ormonale né da emocromo e altre analisi.Inizio a prendere il depuratore antartico e interrompo l'utilizzo del dispositivo anticoncezionale ad ottobre e subito con il primo ciclo naturale noto che dall'epidermide dei genitali, delle mani e piedi, viso bocca naso e orecchie. Iniziano ad uscire filamenti molto fini, alle volte trasparenti alle volte colorati con colori metallici oppure neri.Le zone più interessate iniziano a gonfiarsi e avere coloriti più bianco/giallastri e mi compare una specie di acne nei punti dove questi filamenti si "incarnano"Fa molto senso.Ho scoperto da poco di avere una grave carenza di vitamina D e l'iperprolattinemia.Quello spiega la mia debolezza e malessere ma questi filamenti?Sono stata da dermatologi, da una endocrinologa e non sanno cosa dirmi.Una omotossicologa mi ha fatto una visita tramite vegatest e dice che secondo lei sono completamente intossicata dai componenti con cui è composto il dispositivo anticoncezionale di cui parlavo prima. Ovvero osmio,ftalati, polietilene, Capolimero di etilene vinil acetato. Inoltre pensa che questa intossicazione che mi ha diagnosticato deriva da un mio deficit dei livelli del glutatione e nat.Non trovo cliniche nella mia regione che trattino i poliformismi di questi ultimi. E molti dottori screditano la sua tesi.A questo punto non so più dove andare a parare.. mi dicono che sono la prima al mondo e che non è la sindrome di morgellion.Non sto particolarmente male ma sono ricoperta da questi "peli anomali che mi fanno molto senso e mi creano molti problemi.

Risposta del medico
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio

Io non sono assolutamente del campo e non so e non posso fare una diagnosi. A prima lettura avrei pensato a qualche disturbo raro del metabolismo e carenza di qualche enzima. Consiglio di fare una ricerca su internet, sono pochissimi i Centri che studiano tali patologie, quindi se necessario consiglio comunque di spostarsi anche di regione. Dovrebbe esserci un centro per lo studio di malattie rare del ricambio all'Umberto I. Potrebbe provare anche a contattare Telethon e farsi indirizzare nel centro di riferimento.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Diabetologia e malattie del metabolismo e Endocrinologia e malattie del ricambio
Roma (RM)
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio
Santa Maria Capua Vetere (CE)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Dermatologia e venereologia
Milano (MI)
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Dermatologia e venereologia
Messina (ME)
Specialista in Dermatologia e venereologia
Barga (LU)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Dermatologia e venereologia
Palermo (PA)
Specialista in Dermatologia e venereologia e Psicologia e Psicoterapia
Prov. di Milano
Specialista in Medicina generale e Endocrinologia e malattie del ricambio
Cadorago (CO)
Specialista in Dermatologia e venereologia
Prov. di Verbano Cusio Ossola
Specialista in Dermatologia e venereologia
Roma (RM)