Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

28-02-2018

Problemi ad urinare e a scaricarsi

Buongiorno,

ho 25 anni e qualche mese fa mi è stata diagnosticata una strettezza del collo vescicale con annessa vescica iperattiva, negli ultimi periodi sentivo spesso il bisogno di urinare, dopo cena sopratuttto, quindi l'urologo mi ha prescritto la Levofloxacina da prendere subito dopo aver raccolto l'urina per farla esaminare (che una settimana dopo è risultata perfetta), sospettando una cistite. Ho preso 9 pastiglie di Levofloxacina senza prendere fermenti per tutta la durata perché non mi era stato detto e ho bevuto ogni mattina un caffè come faccio di solito. Dalla sera del secondo giorno che ho preso la pastiglia (quando un paio di ore prima ho bevuto un energy drink) ho sentito un continuo stimolo ad urinare che continua tutt'ora da un mese intero. Nel tempo ho imparato sforzandomi a trattenere l'urina che comunque risulta essere nei limiti dato che l'ho misurata (un litro e mezzo al giorno).

Questo mi permette di riuscire a dormire per almeno 6 ore la notte, anche se quando mi sveglio sento un bisogno insopportabile di andare in bagno. Nel resto della giornata continuo a sentire lo stimolo nonostante il fatto che vado una quindicina di volte al giorno.

Ovviamente limitandomi perché sennò potrei stare tutto il giorno in bagno. Da quel giorno ho cominciato anche a defecare sempre meno e con molta fatica e una-due settimane dopo le feci avevano assunto un colore verde, con della presenza di muco e avvertivo un forte dolore al fianco destro. Ogni giorno mi sento sempre più stanco, qualche minuto dopo i pasti mi sento debole, mi gira la testa e devo stare sdraiato per forza. Sono andato al pronto soccorso e mi hanno fatto una radiografia, un esame del sangue e una ecografia all'intestino, reni, vescica, fegato e tutti gli altri organi e mi hanno detto che non c'erano problemi.

La dottoressa di base mi ha prescritto di prendere un Movicol ogni sera e da quel giorno ho cominciato ad andare un po' meglio in bagno, il colore era tornato marrone, ma le feci rimanevano di una forma nastriforme.

Quando sono tornato dalla dottoressa dopo averle portato l'esame delle feci che ho fatto che ha escluso 3 malattie: salmonella, shigella e campylobacter e dopo averle portato un altro esame delle urine ancora perfetto, mi ha detto di smettere di prendere il Movicol e invece prendere dei fermenti lattici. È da 3 giorni che prendo dell'Enterolactis Plus ogni pomeriggio a stomaco vuoto, ma dall'altro ieri ho cominciato nuovamente ad avere problemi a defecare e le feci sono tornate verdi, da ieri invece sono diventate nere e continuo a sentire un dolore alla pancia. Intanto avevo un'altra visita con l'urologo che mi ha detto che il mio problema non può essere stato causato dall'antibiotico e che non mi servirebbe a nulla una visita gastroenterologa, quando invece sia la dottoressa, sia al pronto soccorso mi hanno consigliato di farmi visitare da un gastroenterologo. La dottoressa ha detto che può essere una colite, ma quando gliel'ho chiesto all'urologo ha detto che non può essere e mia madre (che mi sta pagando le visite dato che al momento ho problemi di soldi essendo disoccupato) si rifiuta di mandarmi dal gastroenterologo. Quale può essere il mio problema e cosa posso fare?

Risposta di:
Dr. Marcello Picchio
Specialista in Chirurgia dell'apparato digerente e Chirurgia generale
Risposta

Cominci con una visita che includa anche un'esplorazione rettale per valutare il suo disturbo defecatorio.

TAG: Adulti | Colonproctologia | Disturbi dell'apparato uro-genitale | Farmacologia | Gastroenterologia | Giovani | Intestino | Reni e vie urinarie | Salute maschile | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!