Buongiorno :sono un uomo di 56 anni soffro della patologia sopra citata,sono SUCCUBE di questa malattia 14 anni,chiaramente peggiorando il mio stato d'animo,la causa del mio prolasso interno da O.D.S.,va imputata ad una sindrome aderenziale post apendicectomia nel 2003 open,premetto che per 7 anni mi sono tenuto le aderenze,dietro un consiglio del mio medico curante,poi uno specialista mi ha rimosso le tenaci aderenze(arrabiandosi con il medico di fiducia mio),che questi lunghi 7 anni le SUB OCCLUSIONI hanno coinvolto il cedimento dei muscoli pelvici....al di la del grave consiglio del curante, sono stato al St Marck a Londra ,mi fecero una legatura elastica e la cura delle emorroidi sanguinanti,interne,e per quanto riguarda l intussuscezione rettale,mi Sconsigliavano RETTOPESSI che risolve quasi al 100%,se fatta in mani esperte,rifiutata,,perché mi darebbe impotenza,nonostante ero disposto al rischio...con un bel SERVITO lasciandomi malato..."I PROFESSORI INGLESI" Ritorno in Italia,e incontro medici MOLTO Superiori disposti ad ascoltare di cui 2 mi consigliano irrigazioni,asserendo che potrei andare avanti così? ma non sempre riesce ad entrare acqua,il prolasso fa da tappo, ,e l aria mi crea crampi,,e quindi mi fermo e fallisce la defecazione ... vorrei solo guarire, e tentare la RETTOPESSI abbandonata ,oppure una delorme interna RETTOPESSI....questa malattia mi ha fatto perdere il lavoro,perché incominciamo il lavoro alle 6 di mattina,e per andare in bagno ci metto 1 ora e più e poi per tutto il giorno ho dolori addominali forti...continuo a vivere con dihitazioni ed entetoclisma,con acqua e camomilla... ,uso pentagol crema per evitare infezioni......sono completamente incompreso dai miei Fratelli,dicono che e una cosa di Testa, invece voi medici sapete bene che non è la psiche che mi causa la ostruita defecazione, molti proctologi recentemente mi consigliano la STARR e altri il rimedio del Qufora inrisedo irrigazioni...........Potrei gentilmente sapere quale intervento mi può aiutare,non penso ritornare guarito al 100 ma almeno non continuare a digitarmi e a fare pressioni con il dito,perché fa danni allo sfintere,e crea incontinenza urinaria ...confido nella chirurgia Italiana che non ha niente da invidiare ai colleghi Inglesi....o tedeschi,.Concludo chiedendo e possibile che la chirurgia open seppure invasiva potrebbe guarirmi perché aprendo si vede la parte prolassata occulta e la si corregge....e ho letto casi che hanno risolto...e vero o e una.mia immaginazione .Ringrazio in anticipo...