L’ESPERTO RISPONDE

Prurito e dolore durante i rapporti

Salve, sono una ragazza di 20 e da un anno circa sono sessualmente attiva.I miei rapporti non sono sempre stati protetti e ho avuto diversi partner (in particolare 2 senza protezione)Il primo l’anno scorso in cui non ho riscontrato nessun problema a parte una leggera cistite curata poi con un antibiotico prescrittomi dalla mia medico. Infine ho avuto vari rapporti senza protezione con il mio ultimo partner ( la relazione è durata da novembre 2020 a marzo 2021)in questo lasso di tempo ho riscontrato vari problemi: il primo è stato un bruciore/prurito terribile durante il ciclo.. non essendo mai andata da un ginecologo anche in questo caso ho chiamato il mio medico di famiglia che mi ha prescritto una cura antimicotica contro la candida, perché secondo lei era quello.. in più mi sono comprata una crema gyno canestem per alleviare il prurito.una volta finito il ciclo (e anche la cura) non mi bruciava né prudeva più nulla e allora non mi preoccupai più..due settimane dopo all’incirca, avevo i sintomi di una cistite, curata anche questa con antibiotico prescritto dalla mia medico di famiglia (che ovviamente non mi ha controllato, ma descrivendole i sintomi mi ha detto anche lei che avevo cistite)..e anche in questo caso i sintomi sparirono.. anche se poi tornò il prurito delle settimane scorse e allora mi convinsi di andare a farmi vedere da un ginecologo, solo che il giorno che mi diede appuntamento, mi passò completamente il bruciore e il prurito.. però andai comunque e mi disse che avevo una piaga all’interno della vagina e mi prescrisse degli ovuli per 10 giorni all’incirca.. Inoltre feci il PAP test e risultò tutto apposto.. inoltre mi disse che non avevo alcun tipo di infiammazione se non appunto quella piaghetta..per costi troppo eccessivi non sono più andata da quel ginecologo.Siccome avevo ancora problemi durante i rapporti sessuali (sempre non protetti ma sempre con lo stesso partner) e inoltre il mio flusso del ciclo era cambiato (da abbondante e rosso, che durava 3 giorni 2 giorni scarsissimo/assente a 2/3 giorni di ciclo scarso nero molto denso) mi rivolsi a un ginecologo “pubblico” e mi disse che la mia piaghetta era guarita, ma mi disse che avevo perdite bianche molto dense così mi ha fatto un test per vedere se avessi infezioni..anche in questo caso il ginecologo mi disse che ero completamente sana, che mon avevo alcun tipo di infezione. ma appunto gli feci presente tutto quanto e mi prescrisse degli ovuli per 7 giorni (Silveractive)..ma io continuo ad avere un po’ di dolore durante i rapporti e le mie perdite bianche le noto differenti da un paio di mesi a questa parte.. non ho più alcun appuntamento con il mio ginecologo in quanto appunto mi ha detto che non avevo alcun tipo di problema, ma io mi noto diversa, sia quando ho il ciclo, sia per quanto riguarda le perdite bianche..che ulteriori visite potrei fare per stare più tranquilla e risolvere questi problemi intimi che ho?Grazie mille in anticipo.

Risposta del medico

Gentile ragazza,all'inizio dei rapporti sessuali, sopratttutto se non protetti la sua flora batterica vaginale è venuta a contatto con quella dei suoi partner, che, a loro volta sono portatori della flora delle ragazze con cui hanno avuto rapporti in precedenza.C'è quindi un rimescolamento dell'equilibrio batterico e micotico dell'ambiente vaginale, talvolta ciò avviene senza troppi disturbi, talaltra invece si possono instaurare infezioni, infiammazioni o comunque alterazioni della situazione precedente che può portare numerosi fastidi locali che è opportuno cercare di eliminare prima che si instauri una cronicizzazione.I disturbi tendono a peggiorare dopo ogni rapporto sia perchè il partner maschile inocula ogni volta i suoi batteri in vagina, inoltre il "trauma " dei tessuti vaginali in conseguenza della penetrazione favorisce la trasmissione.Inoltre le cose possono peggiorare nel periodo perimestruale per il fisiologico calo delle difese in tale periodo.Andrebbe quindi effettuato un approfondito controllo della flora batterica locale con gli appositi tamponi, esami a fresco del muco vaginale, studio del microbiota vaginale complessivo, ph vaginale....Le consiglierei pertanto di effettuare una visita di persona presso un medico di sua fiducia, magari con particolare preparazione nel campo delle problematiche del dolore intimo femminile e del dolore inerente i rapporti sessuali.Cordiali salutidott. Piergiorgio Biondani.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Rimedi per il prurito intimo
Rimedi per il prurito intimo
2 minuti
Quali sono i rapporti a rischio HIV?
Quali sono i rapporti a rischio HIV?
1 minuto
Alimentazione durante l'allattamento, cosa mangiare e cosa evitare
Alimentazione durante l'allattamento, cosa mangiare e cosa evitare
1 minuto
Quali sono i vaccini indicati in gravidanza?
Quali sono i vaccini indicati in gravidanza?
2 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pescara (PE)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Roma (RM)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pompei (NA)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
San Giorgio a Cremano (NA)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia
Carrara (MS)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Ostetrica
Viterbo (VT)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Milano (MI)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Prov. di Napoli
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Trinitapoli (BT)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Medicina estetica
Napoli (NA)