A mio padre di anni 70 ,l'11/01/07 gli è stato diagnosticato Carcinoma a piccole cellule del polmone sinistro allo stadio clinico IV(T2 N2 M1)per secondarismo surrenalico.Il 3 Aprile inizia trattamento chemioterapico presso l'U.O. di Oncologia dell'Ospedale Vittorio Emanuele di Catania con CarboplatinoAUC5(giorno 1)e Gemcitabina 1000mg/mq(giorni... Leggi di più 1,8) con riciclo ogni 21 giorni.Si programmano sei cicli di trattamento con rivalutazione strumentale TC intermedia (dopo 3 cicli)e al termine del trattamento.Nel periodo intermedio il 31/05/07,ha esguitoTCdi rivalutazione, che nei confronti del precedente esame dell'11/01/07,rileva incremento dell'adenopatia ilare sinistra(attuali diametri di 40 mm vs 36),del nodulo polmonare subpleurico(20 vs 15 mm)e della lesione surrenalica destra (54 vs 48mm).In considerazione del reperto radiologico si ritiene indicato procedere con Taxotere alla dose di 60mg/mqogni 3 settimane;sarà successivamente valutato in base a tolleranza eventuale incremento di dose ,o viceversa schedala settimanale.I medici hanno detto che una volta fallita la prima terapia sarà difficile che la seconda possa fare il suo effetto ,è vero?Si procede nel verso giusto?A questo punto che durata avrà?