scrivo per qualche consiglio sui sintomi da i sufficienza venosa cronica. Sono familiarmente predisposta (mia nonna e mio padre soffrono di trombosi) , a 15 anni ho assunto per 6 mesi l'anticoncezionale Diane e ora a 19 anni già presento problemi tipici di mal funzionamento circolatorio: pesantezza, prurito, gonfiori, le caviglie nella parte... Leggi di più anteriore sono sempre piene di vene e capillari visibili , ho crampi ( a volte anche per un giorno intero), si addormentano spesso gli arti e sento formicolii a livello dei piedi . Già seguo tutti gli accorgimenti : camminata veloce tre volte a settimana , dormo con il cuscino sotto al materasso, faccio sempre docce fredde (mai calde), mangio tutto pesato e misurato, uso il guanto in crine e applico la crema "escinaven" , prescrittami dal medico che con l'ecodoppler mi diagnosticò l'insufficienza venosa e prendo da qualche settimana "escina complex" una volta al giorno . Tuttavia a più di un mese dalla cura non noto miglioramenti, anzi peggioramenti, con formazione di macchie rossastre a livello del ginocchio ... A settembre mi iscriverò al corso di nuoto con cui penso di trovare maggiori risultati rispetto alla camminata veloce . Sono molto preoccupata perché ho solo 19 anni, una carriera universitaria(medicina) che mi terrà seduta per parecchie ore e probabilmente una gravidanza intorno ai 30 anni che mi farà diventare le gambe due tronchi. Può darmi qualche consiglio??? Non c'è possibilità di "guarigione" ? Non voglio ridurmi come mia nonna , sia a livello estetico che salutare. Grazie . Saluti