25-03-2008

Recentemente ho avuto in famiglia un fratello

Recentemente ho avuto in famiglia un fratello (51a) a cui è stato diagnosticato un CCR nel 2° tratto mediale del retto di circa 8 cm. Attualmente è stomizzato ed ha concluso i primi cicli di chemioterapia. Due anni fa a seguito di retrorragia ho fatto visita proctologica e mi sono state diagnosticate emorroidi di 2° grado: ho rinviato l'intervento suggeritomi dal chirurgo in quanto ho rare crisi emorroidarie (una volta ogni due anni). In occasione di questa visita il chirurgo mi indirizzò dal suo collega endoscopista per eseguire rettocolonscopia. Esame che finì con il seguente referto: Negativa l'ispezione della regione anale. Congestione dell'anello emorroidario interno. All'esplorazione digitale del retto si rileva ipertono dello sfintere anale e presenza di emorroidi interne. L'esame endoscopico fu negativo, a parte l'evidenza di un rilievo di 2mm nel sigma distale, che all'esame istologico risultò un semplice Polipo iperplastico. Ora, a distanza di due anni, facendo una ecografia epatica, a seguito di una intermittente dolenzia sottosternale destra, scopro di avere dei calcoli biliari. Questo il referto: Fegato modicamente aumentato di dimensioni, ad eco-struttura diffusamente addensata e iper-riflettente come per condizione steatosica di grado medio. Non evidenziate lesioni focali. Normale il calibro della vena porta. La colecisti mostra pareti evidenti al suo interno sono presenti almeno due formazioni litisiache di circa mm20 e mm15. Vie biliari non dilatate. Qui di seguito i miei quesiti per alcune vostre cortesi indicazioni: 1) Rientro nella popolazione a rischio di sviluppare CCR o tumore della colecisti? 2) E' normale riferire una non frequente, leggera dolenzia sottosternale destra: come faccio a comprendere se proviene dal fegato o dalla colecisti? 3) Esistono esami diagnostici e di screening, magari non invasivi, per stabilire se sia opportuno o meno che mi faccia operare alla colecisti? Qual è il vostro giudizio? In quale centro potrei recarmi a roma? Vi ringrazio della vostra disponibilità e di ogni possibile risposta e/o indicazione che potrete fornirmi privatamente sulla mia mail
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Riteniamo che lei non rientri nella popolazione a rischio di sviluppare CCR o tumore della colecisti. Una non frequente, leggera dolenzia sottosternale destra non proviene certamente dal fegato mentre potrebbe dipendere dalla colecisti. In assenza di coliche biliari non si dovrebbe prendere in considerazione l’intervento chirurgico. Può chiedre un consulto presso la Gastroenterologia delPoliclinico Umberto I, diretta dal Prof Raggio.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!