Buongiorno, Un anno fa a mia mamma è stato diagnosticato un cancro al retto localmente avanzato(T2n2m0 quindi terzo stadio). Trattato con radiochemioterapia, ad esami di controllo immediatamente successivi alla cura ed a 6 mesi, il tumore risultava in remissione.(T0n0). Segnalo che mia mamma non è stata operata per le numerose comorbilita'(soprattutto cardiologiche, diabetologiche e dovute ad artrosi) ed inviata quindi ad un serrato follow-up. Ora, a distanza di 6 mesi dagli ultimi controlli e ad un anno dalla diagnosi iniziale, la nuova endoscopia rileva nel medesimo punto di insorgenza del tumore, " area circoscritta di circa 25 mm non suggestiva di area cicatriziale, ulcerata rivestita di fibrina, con numerosa iperemica. Tale lesione interessa mucosa e sottomucosa e presenta irregolarita della muscolare senza oltrepassarla. Non linfonodi patologici". Siamo in attesa dell' esito dell'istologico e la tac effettuata è pressoché sovrapponibile a quella eseguita 6 mesi fa senza che si rilevassero metastasi a distanza. Ci chiediamo se, considerando come descrivono la situazione, ci troviamo davanti ad una recidiva locale, per fortuna ancora piuttosto iniziale oppure no.....