Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-07-2006

Ricerca dei postpotenziali

Salve, sto facendo in questo periodo degli accertamenti perchè a volte avverto delle aritmie fastidiose. Dall'ultimo accertamento (Risonanza magnetica a contrasto) è emerso che le dimensioni endoventricolari destre sono ai limiti superiori della norma (tratto di afflusso 44mm, tratto di efflusso 30mm)
Minima discinesia dellla parete libera del ventricolo destro in sede parapuntale, ove corrisponde un aumento della trabecolatura. non segni di sostituzione adiposa intramiocardica. Ventricolo sinistro nella norma. Il medico curante mi ha suggerito di fare un altro esame, ovvero ricerca postpotenziali, dicendomi che sarebbe un elettrocardiogramma con una maggiore sensibilità (al- così ho capito) !! Esattamente di cosa si tratta ?? Il medico ha detto di non preoccuparmi perchè probabilmente sono benigne... anche se mi riesce difficile nn pensarci !! ho effettuato anche un ecg dinamico da cui è emerso solo una modesta attività ectopica ventricolare isolata, in bi-quadrigemismo. (750bev). Cordiali saluti, Vito.
Paginemediche
Risposta di:
Paginemediche
Risposta
La ricerca dei postpotenziali è un esame assolutamente non invasivo, simile ad un comune elettrocardiogramma, ma di più lunga durata (circa 20 minuti). Serve a valutare la presenza di segnali elettrici di ridotta ampiezza identificativi di una anomala propagazione dell’impulso elettrico a livello ventricolare. Penso che gli esami consigliati, siano volti ad identificare la presenza di una miocardiopatia aritmogena del ventricolo destro. Nessun esame può fornire dati assolutamente specifici, per cui la diagnosi è poliparametrica: si basa cioè sulla valutazione dei risultati di più esami (storia familiare, ecg, Pot tardivi, Holter, eco, RM, biopsia endomiocardica.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!