28-01-2017

Rimozione neo del cuoio capelluto

Buongiorno egregi dottori, ho 43 anni e qualche mese fa sul cuoio capelluto, (porto i capelli rasati), si è formato un neo sottocutaneo che si presenta come una piccola pallina sottopelle di circa 1 centimetro di circonferenza e leggermente sporgente. Il dermatologo che mi ha visitato lo ha definito appunto un neo del cuoio capelluto, presumo un neo sebaceo, dicendo che non è niente di preoccupante. Ciò nonostante io ho fatto presente che avrei preferito toglierlo per paura che con il passare del tempo potesse crescere di grandezza. Il dermatologo mi ha sconsigliato l'intervento adducendo come motivazione che per ora non c'è motivo di toglierlo, aggiungendo che se poi ingrandirà potrò sempre farlo in un secondo tempo.
Vorrei chiedere un vostro parere riguardo la cosa migliore da fare. Aspettare come ha detto il medico, oppure toglierlo come vorrei fare io, sia perché suppongo l'intervento non sia molto complicato, sia per prevenire magari un intervento più difficile in futuro dovesse ingrandire? Grazie per le risposte eventuali. Cordiali saluti.

Risposta di:
Dr. Corrado QuadriniDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Caro signore, sicuro che si tratti di un nevo e non di una semplice cisti? Lo dico perché è strano che un nevo compaia improvvisamente alla sua età. Inoltre se si tratta di una cisti trichilemmale è normale che con il tempo possa ingrandire, mentre un nevo, una volta formatosi, rimane delle stesse dimensioni. Per quanto riguarda l'intervento, sia che si tratti di una cisti che di un nevo non si preoccupi, potrà sempre farlo e non ci saranno pericoli ad aspettare. Cordialità Corrado Quadrini

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!