Psoriasi del cuoio capelluto: come riconoscerla

Psoriasi del cuoio capelluto: come riconoscerla

La psoriasi del cuoio capelluto è un disturbo cutaneo che si manifesta con chiazze rossastre, pruriginose e squamose.

Il cuoio capelluto è una delle aree più comunemente colpite dalla psoriasi. Generalmente questa condizione si presenta con chiazze pruriginose e squamose che possono estendersi anche all'attaccatura dei capelli, la fronte, la parte posteriore del collo e la pelle intorno alle orecchie.

Le cause della psoriasi alla testa

La psoriasi del cuoio capelluto è una condizione cronica della pelle (simile a quella della psoriasi in altre parti del corpo) che provoca una crescita spropositata di cellule sulla superfice della cute, che tendono ad accumularsi e a sfaldarsi.

La causa esatta della psoriasi del cuoio capelluto è sconosciuta, ma in genere gli studiosi tendono ad attribuire al sistema immunitario, alla genetica e allo stile di vita un ruolo primario.

Si è osservato, infatti, che la psoriasi in testa potrebbe essere più comune nelle persone con accertata familiarità con la patologia, nei soggetti obesi, fumatori, stressati o affetti da infezioni ricorrenti.

Psoriasi al cuoio capelluto: come si manifesta?

Quando la psoriasi del cuoio capelluto è in forma lieve, l'unico sintomo con cui si manifesta potrebbe essere il prurito associato a piccole macchie squamose della pelle.

Invece, i sintomi che accompagnano la psoriasi del cuoio capelluto moderata/grave includono:

  • cuoio capelluto secco con desquamazione polverosa simile alla forfora
  • macchie rosse, irregolari con squame bianco-argentate
  • placche spesse e incrostate
  • prurito estremo, bruciore o dolore alla testa.

Nei casi più gravi, grattarsi la testa molto duramente, stuzzicare i punti squamosi, usare prodotti aggressivi e lo stress che accompagna questa condizione possono portare alla caduta temporanea dei capelli.

Per fortuna, esistono diversi trattamenti che possono aiutare a controllare i sintomi e le loro riacutizzazioni; sarà cura del dermatologo stabilire di volta in volta il trattamento più adatto alle mutevoli condizioni che accompagnano questa patologia.

 

Psoriasi, forfora o dermatite seborroica?

Spesso la psoriasi al cuoio capelluto viene confusa con altre patologie cutanee, come la forfora o la dermatite seborroica, per la presenza di formazioni squamose sulla testa.

Per distinguerle è importante osservare le caratteristiche delle lesioni: in presenza di placche bianche, circondate da un eritema e che si sollevano spontaneamente, si tratterà di psoriasi; invece, se le placche tenderanno ad essere piccole, sottili e di colore giallino sarà forfora, mentre le squame che fanno riferimento alla dermatite seborroica saranno più grasse e giallastre.

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Dermatologia e venereologia
Milano (MI)
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Dermatologia e venereologia
Messina (ME)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Dermatologia e venereologia
Barga (LU)
Specialista in Dermatologia e venereologia
Prov. di Verbano Cusio Ossola
Specialista in Dermatologia e venereologia e Dermosifilopatia
Salerno (SA)
Specialista in Dermatologia e venereologia
Roma (RM)
Specialista in Dermatologia e venereologia e Medicina estetica
Aversa (CE)
Specialista in Dermatologia e venereologia
Prov. di Bari
Specialista in Dermatologia e venereologia
Roma (RM)
Specialista in Dermatologia e venereologia
Prov. di Roma