Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

01-02-2017

Ritardo cognitivo o poca intelligenza?

Buongiorno, chiedo cortesemente un parere su che genere di disturbo o ritardo cognitivo possa avere una persona che ho conosciuto e sto frequentando. Questa persona, di anni 45, ha infatti abbastanza di frequente, dei comportamenti che sembrano indicare, volendo dirlo in modo brutale, “una intelligenza poco vivida”; è assolutamente in grado di fare ragionamenti articolati sui sentimenti, è sensibile ed empatico, ma finisce col cadere spesso di fronte a piccole cose. Es. deve fare benzina al distributore automatico. Vuole fare dieci euro, ha due banconote da 5 e mi chiede di cambiargliele con un pezzo da dieci spiegando che altrimenti dovrà fare prima 5 euro e poi rifare il procedimento (inserire la banconota, scegliere la pompa etc..) per le altre 5. Al che gli spiego che si possono introdurre varie banconote e solo quando ha finito può scegliere la pompa e sembra molto sorpreso da questo.

In un'altra occasione succede che in un ristorante senza volere faccia cadere due bicchieri; il proprietario del ristorante è seduto a un tavolo a qualche metro di distanza e non si accorge di nulla, invece la cameriera se ne accorge e ci dice “tranquilli non è nulla”. Noi usciamo e lui a quel punto commenta così “Meno male che il proprietario ha detto che non faceva nulla!!”
Ce ne sono tante di situazioni così che sono anche un po' difficili da riportare in breve. Spesso ad es. dice che una cosa non si può fare, poi io gli faccio notare come può fare e lui “Ah che stupido non ci avevo pensato”. Oppure legge un sms di un amico, che è ironico, ma si capisce cosa intenda e lui non lo capisce. Sente di dover chiedere spiegazioni. Su whatsapp voleva nascondere di avere avuto una conversazione con un'amica per evitare che vedendola mi ingelosissi e invece che cancellare la conversazione cancella solo i msg, lasciando una chat aperta ma senza messaggi, quindi chiaramente sospetta. Un giorno voleva mandarmi qualche foto di lui col suo gatto e me ne ha inviate 31, di cui molte doppie. È come se ogni tanto le sue connessioni si interrompessero. Che cosa può essere? Ogni volta che succede qualcosa di questo tipo io mi sento mortificata. Grazie, saluti.

Risposta

Carissima, può ben comprendere è difficile poterle dare una risposta. Fare una valutazione cognitiva non è cosa da poco, oltre a vedere personalmente la persona: necessario per osservare il comportamento analogico oltre che verbale, bisogna somministrare dei test particolari. Dalle cose che lei scrive potrebbe essere solo una persona che si lascia distrarre facilmente e per questo manca di attenzione, la fase che attiva la concentrazione mirata. È anche interessante capire che lavoro svolge, se ad esempio svolge lavori fortemente stressanti oppure che attivino troppo la concentrazione ed allora nei momenti di relax si lascia andare più facilmente. Di più non saprei come aiutarla per comprendere il suo lui.
Cordialmente Rosalba Trabalzini - Psichiatra

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!