Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

04-11-2013

Rottura della cuffia dei rotatori

Buongiorno, avendo avuto questo responso da una RMN, ed avendo un continuo forte dolore, cosa mi consigliereste di fare?C'è il rischio di limitare l'uso della spalla? Grazie, saluti L’esame RMN della spalla dx, evidenzia una rottura a tutto spessore del tratto inserzionale del sopraspinoso, del sottospinoso, e del sottoscapolare con parziale retrazione dei fasci muscolo-tendinei corrispondenti. Concomita un’involuzione fibroadiposa dei ventri muscolari corrispondenti ed una risalita della testa omerale che neoarticola con l’acromion. Il cercine fibrocartilagineo glenoide è indenne.Si segnala presenza di versamento intrarticolare ed evidente distensione fluida della borsa sottoacromion-deltoidea.Non si riconoscono alterazioni del trofismo osseo.Si rileva iniziale artrosi acromion-claveare
Risposta di:
Dr. Benedetto Di Santo
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Risposta

Da quanto leggo si tratta di una "rottura massiva inveterata della cuffia dei rotatori" alla spalla dx con retroazione mio-tendinea che permette la risalita della testa omerale per cui è irreparabile. Probabilmente (ma non obbligatoriamente) lei svolge attività manuale e forse è un fumatore ed è destrimano. Purtroppo in questa situazione si può fare ben poco di chirurgico se non un debridement artroscopico con tenotomia del capo lungo del bicipite (se non è già lesionato anch'esso) solo a scopo antidolorifico ma con poca garanzia di risultato duraturo. L'evoluzione abituale (dipende da quanto lavoro fa quell'arto) è verso l'artrosi "eccentrica" di spalla che porta in ultimo alla protesi inversa. Eviti i lavori con la mano oltre il livello della spalla e si riguardi se può dagli sforzi così l'artrosi arriverà più tardi

TAG: Ortopedia e traumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!