Salve a tutti, vi scrivo per un problema (dermatologico?) che mi assilla da circa 3 anni.Nel 2005 mi comparsero 2 chiazze bianche sull'avambraccio destro che dopo una visita dermatologica definirono "discromia cutanea", dopo una cura a base di creme al cortisone le macchie non andarono via anzi in alcuni mesi si espansero fino all'altro braccio e al collo. Decisi allora di fare un'altra visita presso L'IDI, e il dermatologo fu subito colpito dalle mie mani che avevano i "colori" della sindrome di raynaud, tralasciando il problema macchie mi fece una capillarospia dalla quale vide un difetto della circolazione periferica .Mi mandò via dandomi un unguento e non riuscii a capire se tra le macchie e le mani ci fosse connessione o meno (cosa che tutt'ora mi chiedo). Dopo l'utilizzo di questo ennesimo unguento e la non risoluzione del problema decisi di lasciar perdere e aspettare che magari queste macchioline andassero via da sole ma il risultato è stato un'espansione alla schiena e in estate anche al viso e alla pancia(infatti con l'abbronzatura queste macchie che inizialmente si coprono sono poi più vistose, e compaiono anche in altri punti dove in inverno sono invisibili).Noto che nei periodi che precedono il ciclo le macchie tendono ad infiammarsi un pò e ad aumentare , inoltre sempre nel periodo premestruale mi compaiono delle altre macchie strane sulle gote che si screpolano e poi vanno via che non riesco a capire se siano uguali a quelle delle corpo o di altra natura.Il medico di famiglia dice sia una pitiriasi versicolor, i dermatologi consultati ne dicono tante ma nessuno viene a capo del problema.Voglio capire se c'è connessione tra le macchie e il ciclo mestruale (può essere un problema ormonale?), oppure tra le macchie e la sindrome di raynoud (una malattia autoimmune?una psoriasi?)o è un semplice fungo che non ha nulla a che vedere con gli altri sintomi? e se così fosse perchè le cure non hanno alcun effetto?cordiali salutiAlessia