L’ESPERTO RISPONDE

Salve dottore, la mia domanda è dettata

Salve dottore, la mia domanda è dettata prevalentemente da curiosità, per cui mi scuso anticipatamente nel caso possa rubarle (seppur poco) del tempo. . .ma penso prevenire sia meglio che curare, e sono quasi certo lei sia dello stesso avviso, per cui le espongo la cosa :Sin da bambino sono stato un soggetto ipoteso, non ho mai sofferto svenimenti... Leggi di più o mancamenti improvvisi nonostante la mia pressione sia sempre stata un po più bassa della norma, e le confesso in tutta onestà che la cosa mi ha sempre fatto piacere. . .dal momento che in primo luogo sono sempre stato convinto, anche se magari ciò che sto per dirle è totalmente errato, che è proprio grazie alla mia ipotensione che sono sempre stato una persona calma, sia nei modi che in situazioni stressanti e difficili, ed in secondo luogo poichè provengo da una famiglia materna "tradizionalmente" ipertesa, persi mia nonna per infarto a causa della sua ipertensione, e mia madre è da anni che prende betabloccanti e suppongo altri farmaci per curare la sua ipertensione.Attualmente la mia pessione sistolica va dai 105-106 ai 110-111 e la diastolica è a 63-64 (anche se le misurazioni che riporto le ho fatte poco fa. . .a distanza di un oretta da un allenamento), che contrariamente alla mia pressione storica, la cui sistolica non superava i 100, è evidentemente più alta. La mia "preoccupazione" se così la si può definire sarebbe quella di ereditare l'ipertensione di mia madre, e nonostante mi renda conto del fatto che essendo fumatore da un anno e mezzo agevolo solo la cosa, le volevo chiedere se esistono casi in cui si possa radicalmente passare da soggetto ipoteso a soggetto iperteso, inoltre, dati i valori di pressione che le ho riportato, le chiedo una stima approssimativa della mia pressione sapendo che attualmente ho 19 anni e 5 mesi.La ringrazio anticipatamente, arrivederla.

Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
Attualmente i tuoi valori pressori sono normali. Avendo una familiarità per ipertensione arteriosa hai un rischio maggiore di sviluppare una ipertensione con il passare del tempo, ma non c’è alcuna certezza che ciò accada. Per fare il possibile devi cercare di tenere uno stile di vita sano, fare attività fisica, non fumare ed evitare di eccedere abitualmente nell’uso del sale. Per il momento non ci sono altre cose da fare.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Napoli
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Verbano Cusio Ossola
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Ascoli Piceno
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Medicina interna
Ancona (AN)
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Enna (EN)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Anestesia e rianimazione
Prov. di Bologna
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Medicina interna e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Roma (RM)
Specialista in Geriatria e Gerontologia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Napoli (NA)