Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-02-2013

Salve dottore mi chiamo paola, le scrivo perché

Salve dottore mi chiamo Paola, le scrivo perché ho un grandissimo problema. Gioco a tennis a livelli professionistici e da qualche settimana durante le partite mi capita spesso di farmela sotto. La prima volta pensavo di vivere un incubo, ora uso degli assorbenti ma non mi permettono di giocare con tranquillità. Mi potrebbe aiutare per favore? Cosa posso fare? grazie.
Risposta di:
Dr. Giovanni A. Tommaselli
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta

Bisogna per prima cosa capire se si tratta di incontinenza da sforzo, vescica eccessivamente piena o semplicemente una cistite. Per prima cosa effettuerei un esame delle urine con urincoltura ed antibiogramma. In caso di esame negativo, le consiglierei di consultare un uroginecologo per valutare il migliore approccio diagnostico -terapeutico. In caso di incontinenza da sforzo (ovvero perdita di urine in seguito ad attività fisica, tosse, starnuti, ecc.) il primo approccio è la riabilitazione dei muscoli del pavimento pelvico. Se ciò non fosse efficace esiste la possiblità di un intervento chirurgico che però mi sento di sconsigliarle considerata la sua giovane età. E' attualmente in fase di sperimentazione presso il Dipartimento di Ginecologia dell'Università di Napoli dove lavoro uno studio sull'efficacia di un dispositivo non chirurgico che va posizionato in vescica e che potrebbe invece essere per lei maggiormente indicato.

TAG: Ginecologia e ostetricia | Salute femminile | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!