Salve,Ho 54 anni e 15 anni fa sono stato colpito da IMA antero-laterale, trombolisato a 10 ore dall'esordio, con BBS transitorio ed insuff. ventricolare sin. Killip II in fase acuta (picco CPK 3858 a 15 ore), FE Vsin alla dismissione 38%.Dopo anni di riabilitazione, ho ripreso l'attività sportiva, pur abbandonando completamente l'attività... Leggi di più agonistica: pratico attualmente lo scialpinismo, arrampicata, escursione anche di 8-10 ore, dislivelli fino a oltre i 2000 metri, quote anche sopra i 4000: insomma tutto bene...Nell'ecografia di controllo dello scorso anno si evidenzia ventricolo sin moderatamente dilatato ad aspetto globoso, ipertrofico, con FE 44%, insufficienza mitralica moderata (vena contracta 4mm, due jets di rigurgito) in atrio sin moderatamente dilatato, presenza di trombo apicale a stampo, non mobile.Nella annuale prova da sforzo odierna le conclusioni sono state:regolare incremento della FC e della PA durante l'esercizio, stop al II minuto del VII stadio (200 W) in assenza di sichemia ECG o sintoni; rapida caduta della FC (da 150 a 75 b/min in 90 sec) nel recupero, con una sola CPU precoce: ottima performance.Dunque l'esame sembra essere buono, ma mi è stato fatto notare che la rapida ricaduta della FC nel recupero non è buona cosa: io invece la interpreto come un ottimo recupero dopo lo sforzo fisico, peraltro moderato. LEI CHE NE PENSA?POTREBBE CONSIGLIARMI UN CENTRO SPORTIVO DI RIABILITAZIONE DEGLI INFARTUATI NEL NORD-ITALIA PER FARE ULTERIORI ACCERTAMENTI, ANCHE IN PREVISIONE DI UNA POSSIBILE PARTECIPAZIONE AD UNA MARATONA O ALTRE MANIFESTAZIONI DI LUNGA DURATA?Grazie