Salve, ho 59 anni e da due, a seguito una lieve difficoltà ad urinare e di ecografia pelvuca di controllo, mi è stata diagnosticata un moderato aumento di volume della prostata. Cito quanto riportato " vescica a pareti distese, regolari; prostata aumentata di volume, con lobo medio improntante la parete vescicale". Da allora ho iniziato a prendere una compressa di OMNIC 0,4 (la sera prima di dormire) e il controllo del PSA si è mantenuto nei valori standard.Circa venti giorni fa, facendo il controllo del PSA, il valore è salito a 8,47 (dal 3,81 - ultimo valore) e, per verificare se si trattava di una semplice infiammazione della prostata, l'urologo mi prescriveva un antibiotico (TAVANIC 500) per dieci giorni e PROSTAPLANT per due mesi (somministrazione ancora in corso). Dopo 22 giorni, ho rifatto il PSA ed il valore è rimasto sostanzialmente uguale (8,1). Gentilmente, ore Le chiedo: questi valori di PSA sono preoccupanti e cosa devo fare per meglio definire il problema (se problema è)?Preciso, che non avverto bruciori nella minzione, non sento la necessità di urinare la notte, e non avverto dolori o quant'altro durante la minzione. La ringrazio, Raffaele CAFAGNA.