Leggi anche:
L'ipertensione arteriosa è un disturbo della pressione del sangue: una condizione molto diffusa che può essere controllata con stili di vita equilibrati.
22-03-2006

Salve, ho 59 anni e pratico sport, cicloturismo ed

Salve, ho 59 anni e pratico sport, cicloturismo ed escursionismo a livello amatoriale, diciamo tranquillo. Cerco di non superare mai 160-165 battiti (per pochi secondi). Sono anche iperteso per cui assumo Aprovel 150 alla sera e sequacor 1,25 al mattino. Ho sospeso per un pò, dato che la pressione era bassa, sequacor ed ho notato che i battiti erano diventati veloci (a riposo 60, ma appena mi muovevo....). Ho dato la colpa all'Aprovel ed ad un allenamento di inizio stagione. Ovviamente ho ripreso il sequacor e tutto è tornato nella norma. Non fumo, non bevo e mangio normalmente, ma sono anni che sono in cura per l'ipertensione. Non esistono farmaci meno aggressivi, oppure se la pressione si abbassa troppo posso sospendere Aprovel? Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
I farmaci che Lei assume - ai dosaggi che mi ha indicato - non sono particolarmente aggressivi. La riduzione della terapia antiipertensiva è indicata solo se contestualmente al rilievo di bassi valori di pressione si sono presentati dei sintomi (dei disturbi). Se lei sta bene, non è necessario sospendere la terapia; al massimo potrà riparlare con il suo Medico di famiglia che deciderà se ridurre le dosi della terapia.