29-06-2006

Salve, ho già scritto pochi giorni fa ma ora

Salve, ho già scritto pochi giorni fa ma ora rileggendo la risposta non ho ben capito. Devo subito iniziare a suo avviso una terapia a base di cardioaspirina avendo l'omocisteina a 13 e l'mthfr omozigote mutato? Ho 29 anni,gli altri fattori ereditari per le trombofilie sono negativi e purtroppo soffro di reflusso gastroesofageo che già in pochi giorni di cardio aspirina si è aggravato. Il mio medico dice che il valore di omocisteina è relativo, che bisogna prendere l'aspirina a priori per prevenire nel mio caso. Basta invece controllare periodicamente l'omocisteina? Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Chi Le ha precedentemente risposto intendeva consigliarle principalmente una dieta ricca di acido folico (che si trova nelle verdure a foglia larga) o eventualmente l’assunzione di preparati farmacologici a base di folati in modo prevenire eventuali aumenti dell’omocisteinemia. L’uso cronico di farmaci antiaggreganti o addirittura anticoagulanti non è invece indicato in assenza di altri fattori che aumentino il rischio di trombosi, assenti nel suo caso, o di una particolare concentrazione di altri fattori di rischio coronarico (colesterolo elevato, familiarità per malattia coronarica precoce, ipertensione, fumo, diabete) che Lei non riporta.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!