02-08-2012

Salve, mi rivolgo a voi perchè sono giorni in cui

Salve, mi rivolgo a voi perchè sono giorni in cui non sto per nulla bene; ho accusato bruciore nell'urinare, ritenzione di urina, bruciore e malessere sotto l'ombelico, male alla vescica in posizione da seduto, nausea e dolore, sensazione di "peso" in un punto sotto i testicoli, meglio identificato tra testicoli e ano. Il medico di base mi ha detto di tratta di infezione delle vie urinarie e mi ha dato il Tavanic 500 mg al giorno per 5 giorni; risultato: ho finito la cura sto leggermente meglio ma ben lontano dall'essere guarito. Non sono nuovo a queste infezioni: ne ho avuta una uguale come sintomi in Gennaio, poi basta fino a ora. Solo che all'epoca la curai con Tavanic per 14 giorni 500 mg al giorno.Anche il farmacista mi ha detto nel darmi la confezione dietro ricetta: " la prostatite giovanile richiede tempi lunghi di cura, perchè la membrana che avvolge la prostata è di difficile penetrazione per gli antibiotici". 5 giorni a me sono sembrati davvero pochi, infatti non sto ancora bene, solo che il medico di famiglia insiste nel farmi fare analisi delle urine e urinocultura. Io non sono contrario ma vorrei far presente due situazioni:1) a Gennaio con urine torbide e dolore maggiore risultò niente nelle analisi delle urine e urinocultura, ora dopo antibiotico considerando un leggero miglioramento non penso risulterebbe qualcosa.2) le analisi delle urine danno esiti di batteri con unità superiori alle 100.000 se non erro; ma un infezione alle vie urinarie si può avere anche con 30.000 unità, mi disse il mio medico e quindi non venire comunque rilevata. Inoltre stando un po meglio temo molto il periodo di pausa di 7 -8 giorni tempo necessario al risultato delle analisi, durante il quale ovviamente il medico non mi prescrive nulla perchè ancora non si sa il risultato: temo di peggiorare stando senza cure per questi giorni e temo anche che pur avendo tutti i sintomi di una prostatite non proseguire l'antibiotico per tempi maggiori possa solo rafforzare l'infiammazione rendendola poi difficilmente debellabile. Secondo voi sono pochi 5 giorni 500 mg al giorno per una prostatite acuta? E davvero potrebbero essere utili le analisi delle urine e urinocultura ora dopo antibiotico?Grazie mille!!!!
Risposta

Gentile Signore,

ho preso visione della Sua e-mail e da quello che mi scrive e dalla sintomatologia che avverte penso che possa essere affetto da un episodio di prostatite batterica. Pertanto sarebbe necessario eseguire i seguenti esami diagnostici :

-- ESAME URINE 1° GETTO CON COLT. ED ABG E SPERMIUOCOLTURA PER GERMI COMUNI, MICETI, PROTOZOI, MICOPLASMI, GONOCOCCO ;

Inoltre prenda visione del sito da me realizzato sulla prostatite www.prostatite2002.it

Distinti saluti.

Dott.Famiano Meneschincheri 

TAG: Infezioni | Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!