Logo Paginemediche
L’ESPERTO RISPONDE

Salve, mio figlio, 25 anni, soffre da circa 10

Salve, mio figlio, 25 anni, soffre da circa 10 anni di tachicardia parossistica, ha in media 3 o 4 crisi all'anno. Gli attacchi al principio duravano pochi minuti, negli ultimi tempi arrivano ad una durata di quasi 30 minuti. La stranezza è che spesso si è verificata una crisi in seguito ad un urto violento (da ragazzino un amico gli diede un colpo sul petto) e di recente ha inavvertitamente urtato la gamba contro un ostacolo. Gli esami cardiologici sono regolari ed ogni volta che è stato visitato la crisi era già passata e all'esame ecg non risultava alcuna alterazione. Vorrei sapere cosa è consigliato fare durante la crisi ed eventuali ulteriori accertamenti oltre a quelli di routine già effettuati. Inoltre che rischi corre se non risolto e i rischi eventuali dell'ablazione. Grazie
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
Durante le crisi sono utili le manovre vagali, che talora interrompono l’aritmia. Altrimenti bisogna ricorrere al PS per la terapia endovenosa del caso (adenosina o verapamil salvo casi particolari). L’ablazione in questi casi ha una elevata probabilità di successo e bassissime complicanze.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma