Salve mio padre di anni 75 soffre da circa 20 anni di ipertrofia prostatica in trattamento con finasteride e da circa 3 mesi in trattamento con pradif. Negli ultimi mesi ha avuto un peggioramento dei sintomi urinando moltissime volte sia di giorno che di notte, cosi lo specialista ha detto che visto che aveva ritenzione urinaria bisognava mettere... Leggi di più il catetere. Ha fatto ecografia della prostata che risulta lievemente ingrandita, il PSA è normale, alll'esplorazione rettale la prostata era lievemente ingrandita, assenza di noduli. Uno specialista volevo operarlo per via endoscopica, un altro specialista invece per il fatto che mio padre è diabetico, iperteso, cardiopatico, fumatore lo ha dichiarato Inoperabile. Quindi mio padre deve portare il catetere a vita.La mia domanda è: quale è il rischio di infezioni urinarie?Inoltre l'uso del pradif puo' essere utile nell'inserimento del catetere dato che ha un'azione sulla muscolatura?La ringrazio