Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

20-12-2013

Salve, scrivo per avere un parere riguardo la mia

Salve, scrivo per avere un parere riguardo la mia attuale situazione. Spiego in breve: da circa un anno sono sotto controllo a causa del mio frequente mal di testa e per secrezioni dal seno. A giugno ho fatto una RMN con mezzo di contrasto ed è risultato un microadenoma all'ipofisi. Visto che la prolattina alta mi sballava anche il ciclo, sono stata da una ginecologa che mi ha prescritto Yvette come pillola anticoncezionale e con quella ho regolarizzato il tutto. Ho ripetuto dopo 6 mesi l'esame della prolattina a tempo 0, dopo 5 minuti e dopo 10 minuti. Al tempo 0 è pari a 97, dopo 5 minuti 94 e dopo 10 minuti 88. Il valore limite è 23 per cui il valore è molto alto. In passato l'endocrinologo non ha ritenuto necessario prescrivermi il dostinex in quanto i valori non erano molto superiori alla norma. Secondo Lei questo valore dipende dal microadenoma oppure dalla pillola? La mia ginecologa non ritiene vi sia un collegamento tra la pillola e la prolattina alta in quanto la pillola è a basso dosaggio e gli altri esami del sangue sono tutti nella norma. Cosa mi consiglia? La ringrazio in anticipo per la pazienza e per la riposta. Grazie mille.
Risposta di:
Prof.ssa Paola Grilli
Specialista in Chirurgia generale e Endocrinologia e malattie del ricambio
Risposta

 Gentile paziente, le consiglio di rivolgersi ad un endocrinologo specialista che le consiglierà la terapia più idonea per l'iperprolattinemia tenuto anche conto che il microadenoma ipofisario è stato individuato pertanto a mio avviso sarebbe opportuno un trattamento inibitore   anche al fine di evitare accrescimenti dell'adenoma stesso.

In genere io prescrivo la bromocriptina che si assume in modo continuativo  e costante e poi nel tempo riverifico il microadenoma insieme al dosaggio della PRL anche al fine di ridurre e poi sospendere il trattamento una volta ottenuto il buon risultato.

Ora per la regolarizzazione del ciclo credo sia opportuno stabilire se le alterazioni dipendano soltanto dall'incremento della PRL oppure da un distiroidismo associato in tal caso l'assunzione di estro-progestinici potrebbe essere ovviata correggendo il motivo del disturbo.

TAG: Endocrinologia e malattie del ricambio | Ghiandole e ormoni
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!