24-02-2006

Salve sono cardiopatico, avendo subito nel 2000

Salve sono cardiopatico, avendo subito nel 2000 intervento bypass (2). la mia Terapia è la seguente: dilatrend da 25mg per due volte cioe' 12,5 per 2 volte al giorno, ticlopidina per due mattina e sera, a pranzo micardis da 80mg alle 18,00 eskim 1000, la sera dopo cena selectin 40mg, xatral 10mg prima di andare a letto. premetto che il betabloccante lo sto assumendo da circa 6 mesi in quanto prima assumevo un calcio antagonista che mi è stato sostituito perchè avevo delle Extrasistole che mi davano fastidio nel senso che le sentivo. ora non le sento piu' come prima, ma ogni tanto le accuso e se eseguo un ecg o un holter appaiono in molte. il commento holter fatto il19/01/06 è il seguente: molte numerose (40.000) extrasistole ventricolari polimorfe, non precoci talora interpolate ripetitive in coppia tripletta classe di lown 2-3-a4b nel corso di exve iterpolate che il succesivo battito ventricolare e' condotto con "PQ LUNGO ASSENZA DI ULTERIORE TURBE DELLA ECCITO-CONDUZIONE DELL'IMPULSO E DI MODIFICAZIONI ISCHEMICHE TRANSITORIE DI ST/T. MI dicono che non sono minacciose pero' mi preoccupo. inoltre ho HDL basso anche facendo molto sport. mi vogliono sostituire selectin con crestor 10mg ed eliminare anche gli omega 3. Volevo un vostro parere sia per le extrasistole se è il caso di farmi vedere da un aritmologo sia per la sostituzione del selectin con crestor o se assumendo crestor posso anche assumere gli omega 3. grazie infinite per la risposta. non sono diabetico.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Sono d’accordo che le extrasistoli non devono essere trattate in quanto tali, e che il Dilatrend è una terapia corretta. Ai fini della valutazione del rischio che le extrasistoli comportano sarebbe necessario conoscere la sua frazione di eiezione, che si misura con l’ecocardiogramma. Va bene anche la sostituzione del Selectin con il Crestor, e può assumere contemporaneamente anche l’Eskim.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare