Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

scelta migliore per le neoplasie che non sconfinano dalla laringe

Dopo quattro interventi con il laser, si è arrivati alla cordectomia di radicalizzazione sx allargata alla commissura anteriore; e visto che vi è "carcinoma spinocellularew cheratizzante, a medio grado di differenzazione, infiltrante il connettivo sottoepiteliale e si estende ai margini di resezione ed il piano profondo, focalmente ed il margine superiore(falsa corda con margine superiore). Stdiazione:ypT2 cN0.Si pone indicazione a trattamento radioterapeutico adiuvante.A Catania vi è un centro di radioterapia CAM che mi riferiscono abbia lo stesso apparecchio di radioterapia così come in IEO di MILANO.Sono nella giusta strada per risolvere il problema?Devo cercare altrove con migliori strumentazioni? Devo ricorrere in modo drastico ad un altro intervento (non con Laser!)?Grazie per il Vs supporto - Cordiali saluti. C.F.
Risposta del medico
Specialista in Otorinolaringoiatria
Sicuramente, per le neoplasie che non si estendono oltre lo scheletro cartilagineo della laringe la chirurgia con laser CO2 rappresenta lo standard di riferimento mondiale, con eccellenti percentuali di guarigione. La chirurgia tradizionale va evitata fino a quando la malattia non supera la barriera della cartilagine. Dal momento che la ripresa di un fallimento del laser è quasi sempre possibile, mentre la radioterapia non è ripetibile, quest'ultima va riservata ai casi in cui sia realmente impossibile pensare di raggiungere margini sani con l'approccio chirurgico.
Risposto il: 22 Luglio 2010
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali