Masturbazione femminile, perché fa bene?

Masturbazione femminile, perché fa bene?

La masturbazione rappresenta una tappa fondamentale dell’esperienza sessuale di una persona e favorisce una migliore conoscenza del proprio corpo.
In questo articolo:

La masturbazione, ovvero la pratica autoerotica che consiste nella stimolazione dei propri genitali per raggiungere l’orgasmo, rappresenta una tappa fondamentale dell’esperienza sessuale di una persona. 

È ancora un tabù? 

A differenza di quella maschile, considerata come un normale processo di crescita psicosessuale, la masturbazione femminile è stata ritenuta per molto tempo un tabù, una minaccia per la propria integrità morale. Nonostante gli stereotipi culturali che tendono a generare sensi di colpa per chi pratica l’autoerotismo, negli ultimi anni sempre più donne riescono a parlare liberamente della propria sessualità. 

I benefici 

I pensieri che portano alla masturbazione possono essere vari: da particolari fantasie erotiche al ricordo di situazioni vissute. In alcuni casi, invece, nasce in maniera spontanea, a chiudere ad esempio un piacevole momento di relax.  

La masturbazione si produce, dunque, in seguito a una situazione momentanea rendendo l’atto sempre diverso e, in certo senso, irripetibile: per questo, godibile e soddisfacente. 

Oltre a favorire una migliore conoscenza del proprio corpo, praticare l’autoerotismo rappresenta un momento di intimità assoluta. La masturbazione costituisce l’attività sessuale in cui la donna raggiunge più frequentemente l’orgasmo: per tale motivo viene raccomandata anche come tecnica cui si ricorre negli esercizi di terapia sessuale. 

Attenzione, però, a non trasformare l’autoerotismo in una pratica compulsiva: la sessualità relazionale e quella individuale non devono essere in contrasto e quest’ultima non deve diventare un sostituto del sesso di coppia. Esplorare e avere coscienza del proprio corpo aiuta anche a comunicare al/alla partner quali sono le modalità di stimolazione preferite. Il risultato? Una vita sessuale più attiva e soddisfacente. 

Fantasie sessuali, perché sono importanti 

Inutile mentire. Tutti noi abbiamo fantasie sessuali, più o meno sviluppate, e molte volte condividerle con il proprio partner può creare anche un certo imbarazzo. Tuttavia, è bene sapere che le fantasie erotiche fanno parte della sessualità e alimentano il desiderio. Reprimere o allontanare i propri desideri crea inutili conflitti emotivi che, oltre ad essere un ostacolo al raggiungimento del piacere, generano senso di colpa e frustrazione.

Vuoi contattare il Dr. Gentili?

Se hai dubbi o hai bisogno di parlare con uno Specialista, puoi richiedere QUI un consulto privato al Dr. Cesare Gentili e avviare subito una chat privata.

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pescara (PE)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Cagliari (CA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Napoli (NA)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pompei (NA)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia
Carrara (MS)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
San Benedetto del Tronto (AP)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Ostetrica
Viterbo (VT)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Giarre (CT)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Monreale (PA)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia
Catania (CT)