Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

07-01-2019

Sensazione di solletico interno a gambe e braccia con debolezza

Salve. Ho 31 anni e da circa tre mesi avverto a braccia e gambe tipo un solletico interno unito a debolezza. Ovviamente non mi manca la forza fisica nè la voglia di muovermi, ma questi sintomi mi mettono di cattivo umore, principalmente per il timore di avere qualcosa di brutto. E più mi preoccupo più aumentano di intensità, tant'è che mi hanno fatto diventare ipocondriaco. Non solo: ogni volta che con la mano accarezzo il petto, la schiena o dietro il collo, sento delle strane vibrazioni con tanto di tensione, e questo mi fa aumentare un pò il battito cardiaco. Fino a un mese fa capitava che mi mancasse il respiro per un secondo, come se andassi in apnea, sintomo che non si è più presentato. C'è da dire che tutti questi sintomi non li ho sempre. Quando sono di buon umore e distratto al 100% non li avverto. Il problema è quando sono agitato, preoccupato, giù di morale, sovrappensiero... si presentano questi sintomi che non ho mai avuto prima. Sono stato dal medico di base e mi ha detto che la causa è l'ansia. Poi dal neurologo che mi ha visitato facendomi i test neurologici: tutto nella norma. Mi ha trovato solo un pò di pressione alta probabilmente dovuto al fatto che ero agitato quella volta, infatti è come se avessi l'ipertensione da camice bianco: se la misuro a casa la pressione è buona (qualche giorno fa i valori erano 117-79 e 78 di battiti), se la misuro da un medico è un pò più alta. Comunque, per sicurezza, ho già prenotato una visita cardiologica che farò fra due settimane e anche pneumologica che farò a Dicembre. Poi ho fatto le analisi del sangue, incluso quello del colesterolo e della tiroide: tutto ok. Solo che la preoccupazione di avere qualcosa di brutto non mi passa, tutto a causa di quei sintomi. Per questo vi chiedo se anche voi pensate che l'ansia possa provare questi strani sintomi e, soprattutto, cosa potrei fare per accettarmi che a livello fisico non ci sia nulla. Perchè questo è il mio vero problema. Non so neanche da dove iniziare e non credo che bastino le sole analisi del sangue. Vero che il neurologo e il medico di base mi hanno detto che sono sintomi ansiosi, però vorrei ulteriormente accertarmi con delle visite approfondite, dei test... non so, qualcosa che mi dica chiaro e tondo che sono in perfetta salute. Così mi convinco sul fatto che siano solo somatizzazioni, mi metto l'anima in pace e probabilmente mi passerà tutto. Vi ringrazio moltissimo!
Risposta di:
Prof. Carlo Gandolfo
Specialista in Neurologia e Terapia fisica e riabilitazione
Risposta
Concordo coi pareri del suo medico e del suo neurologo. Se i disturbi persistono penso che sarebbe opportuno un trattamento farmacologico che deve però essere prescritto dallo specialista. Prof. C Gandolfo - Neurologo
TAG: Malattie dell'apparato cardiovascolare | Neurologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!