Salve dottore, sono una ragazza da poco 21enne, che non ha mai avuto problemi di salute, oltre a delle rare coliche renali e a un intervento di tonsillectomia. Premetto che spesso ho sofferto di attacchi di ansia con conseguente tachicardia e mani sudate. A gennaio di quest'anno ho avuto una forte emicranea, seguita da parestesie alla parte sx della testa. A distanza di due giorni le parestesie si sono localizzate verso la gamba dx, il braccio dx, la costola sx, e il volto. Al pronto soccorso la prima volta mi fecero analisi del sangue e tac alla testa risultata negativa. Nella settimana seguente le parestesie sono continuate: tornata al ps, rmn senza mdc per sospetto cervicali, negativa.Mi hanno ricoverata per una settimana in neurologia ed ho effettuato i seguenti esami: visita neurologica (solo camminare, seguire il dito, Toccarsi il naso e riflessi con il martelletto), rx torace, elettrocardiogramma, TORCH per img, rmn encefalo e rachide cervicale e dorsale mdc con risultati negativi. Mi hanno dimessa, ma a distanza di due mesi i sintomi sono peggiorati: formicolii, bruciori dolorisi, punture di spilli ovunque, dolore oculare, fascicolazioni ovunque soprattutto sul viso, tremori, dolori mandibola e fronte, fischi alle orecchie, bocca amara e denti che fanno male, episodi di mani blu, insomma tutto e di più.È possibile che si tratti di sclerosi multipla? Dato che i miei sintomi sono iniziati i primi di gennaio e che sono stata ricoverata il 28 gennaio? A distanza di solo un mese si sarebbe visto qualcosa se c'era? O il fatto che non abbia fatto anche la rmn lombo-sacrale può mettere in dubbio i risultati negativi? Dovrei fare altri accertamenti? Sto vivendo un incubo. Grazie.