30-03-2006

Soffro da oltre 40 anni di tpsv curata, a partire

Soffro da oltre 40 anni di TPSV curata, a partire dal marzo 2000, con ISOPTIN 120 due volte al giorno. Da tale data e fino all'agosto del 2005 i risultati sono stati ottimi: solo pochissimi episodi, sopportabilissimi e di brevissima durata. Nel corso del mese di agosto 2005, contemporaneamente ad un episodio di gastroenterite, gli episodi hanno ripreso a verificarsi, frequenti (all'incirca ogni 15 giorni), fastidiosi, di durata anche oltre le due ore. Una settimana fa ho praticato una gastroscopia e mi è stata riscontrata un'ernia iatale con reflusso gastroesofageo; terapia: Esopral 40 mg la mattina prima di colazione. Da quando ho iniziato la terapia gli episodi di tachicardia sono divenuti quasi giornalieri, sempre di mattina, dopo circa due ore dall'assunzione del farmaco. Possono essere le due cose correlate? Vi può essere un nesso tra ernia iatale e TPSV? E' opportuno sottopormi ad ablazione transcatetere? Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’ernia jatale può costituire, meccanicamente, il trigger dell’aritmia, che tuttavia ha una propensione a partire di per sé. L’inefficacia della terapia farmacologia e la ripetitività dei sintomi suggerisce la necessità di ablazione transcatetere
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare