Corretta alimentazione in menopausa: cosa mangiare?

Corretta alimentazione in menopausa: cosa mangiare?

Alleviare i disturbi caratteristici e gli sbalzi umorali della menopausa è possibile seguendo una corretta alimentazione.
In questo articolo:

La menopausa è certamente per le donne un momento critico che comporta una trasformazione fisica accompagnata da alcuni disturbi dovuti alle fluttuazioni ormonali.

Per gestire al meglio gonfiore, vampate di calore, stanchezza, insonnia e aumento di peso si può partire da una corretta alimentazione, che gioca, come spesso accade, un ruolo fondamentale per il raggiungimento di un ottimale benessere psico-fisico.

Cosa mangiare in menopausa?

In primis, è certamente fondamentale stabilire e rispettare l'apporto calorico necessario in base alla propria età, corporatura e alla routine quotidiana.

In genere, è sempre bene privilegiare:

  • gli alimenti integrali, verdure, legumi e frutta antiossidante perché ricchi di fibre, vitamine e sali minerali;
  • proteine magre;
  • molta acqua e, quando possibile, Tè verde.

Inoltre, perfetti per tenere a freno vampate, nervosismo, insonnia, palpitazioni, sono i cibi ricchi di estrogeni naturali, come sesamo, riso, finocchio, piselli ecc. e alcune erbe come il tiglio rosso.

Anche concedersi un quadratino di cioccolato extrafondente, aiuta a favorire il buon umore e l'equilibrio metabolico.

Infine, un occhio particolare bisogna rivolgerlo alla qualità del cibo che si mangia e alla cottura; sarebbe buona norma prediligere quella a vapore e scegliere condimenti leggeri, come l'olio extravergine di oliva a crudo.

I cibi da evitare in menopausa per non ingrassare

Per contrastare il rallentamento del metabolismo e il possibile aumento di peso è importante svolgere una regolare attività fisica abbinata ad alcune regole “salva linea” che raccomandano di:

  • limitare farina raffinata, salumi, formaggi grassi, carni rosse, e tutti i cibi conservati;
  • evitare alcool e zuccheri perché influenzano in maniera molto negativa l’organismo, aumentando il grasso corporeo, il calore e quindi la sudorazione;
  • ridurre il consumo di caffè, di per sé eccitante naturale, per contrastare le vampate e gli stati d’ansia.

In ogni caso, la parola d'ordine deve essere “moderazione”!

Cerca un medico nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Nutrizione e Scienze dell'alimentazione
Milano (MI)
Specialista in Dietologia e Scienza dell'alimentazione
Roma (RM)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pescara (PE)
Specialista in Biologia clinica e Nutrizione e Scienze dell'alimentazione
Roma (RM)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pompei (NA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
San Giorgio a Cremano (NA)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia
Carrara (MS)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Ostetrica
Viterbo (VT)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Milano (MI)
Specialista in Dietistica e Nutrizione e Scienze dell'alimentazione
Bologna (BO)