26-05-2008

Sono la mamma di una ragazza di 26 anni.

SONO LA MAMMA DI UNA RAGAZZA DI 26 ANNI. ALL’ETA’ DI 23 ANNI, A SEGUITO DI UNA VISITA MEDICA PER L’IDONEITA’ ALLO SPORT (BASKET) LE VENNE RISCONTRATA LA WPW ASINTOMATICA. DALLO STUDIO ELETTROFISIOLOGICO TRANSESOFAGEO ESEGUITO PRESSO L’OSPEDALE BROTZU DI CAGLIARI IN NEL MARZO DEL 2005 RISULTO’: STUDIO BASALE. STIMOLAZIONA ATRIALE ASINCRONA. CONDUZIONE INIZIALMENTE INTERMITTENTE ATTRAVERSO IL NAV E LA VA,POI ALLE FREQ. PIU’ ALTE ESCLUSIVAMENTE ATTRAVERSO IL NAV;BAV ALLA FREQ.DI 210 BPM. STIMOLAZIONE ATRIALE PROGRAMMATA PREVA> A QUELLO DEL NAV,AL CICLO DI 400-300 SI INDUCE TACHICARDIA A QRS STRETTO, CICLO DI 280-260MSEC,TRATTI DI CONDUZIONE TIPO BBD CON CICLO UGUALE,V-A 100 MSEC,SOSTENUTA,INTERROTA CON OVERDRIVE,REINDUCIBILE. INDUZIONE DI FIBRILLAZIONE ATRIALE CON ELETTROSTIMOLAZIONE ATRIALE A FREQUENZA CRESCENTE SI INDUCE PIU’ VOLTE LA TR CON LE MEDESIME CARATTERISTICHE. STUDIO DA SFORZO TEST ERGOMETRICO CON CARICHI CRESCENTI DI 25W/MIN FINO A 125W;PA 16/90, FC 180 BPM:CON ELETTROSTIMOLAZIONE A FREQUENZA CRESCENTE NON SI IDUCONO ARITMIE. CONCLUSIONI: BASSA VULNERABILITA’ ATRIALE. INDUCIBILITA’, SOLO A RIPOSO, DI TACHICARDIA DA RIENTRO DI A-V. DA ALLORA TUTTI GLI ANNI LE VIENE DATA L’IDONEITA’ ALL’AGONISMO. L’ULTIMO TEST DA SFORZO AL CICLOERGOMETRICO ESEGUITO IN DATA 29 MAGGIO 2006 DA UN CARDIOLOGO PRIVATO, AL DI FUORI DEL CENTRO MEDICO SPORTIVO CITA: IL TEST VIENE CONDOTTO CON INCREMENTI SCALARI DI 25 WATTS OGNI 2’ STOP DOPO 2’ A 100 WATTS PER RAGGIUNTA FC MASSIMALE. ALLO STOP FC 172/M’,PA 150/60 MMHG SOTTO SFORZO COMPARSA DI ACCENNO DI ONDA DELTA IN SEDE LATERALE CONCLUSIONI: TEST AL CICLOERGOMETRO BEN TOLLERATO. IO PREFERIREI CHE ABBANDONASSE L’ATTIVITA’ AGONISTICA IN QUANTO, TUTTE LE VOLTE CHE VA A GIOCARE UNA PARTITA O DURANTE GLI ALLENAMENTI, STO MOLTO IN ANSIA. LEI COSA NE PENSA? IN ATTESA DI UNA RISPOSTA LA RINGRAZIO.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La valutazione elettrofisiologica transesofagea del 2005 è stata accurata ed i medici sportivi hanno confermato l’idoneità. Ciò significa che gli specialisti hanno ritenuto non pericolosa questa anomalia congenita del tessuto elettrico cardiaco. Il problema va posto in questi termini : 1.Ci sono sintomi per i quali è necessario intervenire in qualche modo ? ( Dalla sua descrizione sembra di no perché la diagnosi è di WPW ASINTOMATICO, quindi le aritmie non partono mai spontaneamente ma possono solo essere provocate con i cateteri) 2.E’ opportuno procedere all’ablazione transcatetere di questa anomalia per eliminare definitivamente il problema ? Porrei la questione ai cardiologi di fiducia ma non impedirei a sua figlia di fare tutto lo sport che vuole.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!